fbpx
2 Aprile 2019

«Rendete accessibile il Bosco dele Querce», il Codacons solecita l’ Amministrazione

MEDA (ggc) Rendere l’ area me dese del Bosco delle Querce accessibile al pubblico: sulla questione sollevata in Consiglio comunale da Vermondo Busnelli del «Polo civico» è intervenuto anche il Codacons e il sindaco Luca Santambrogio annuncia l’ arrivo di 24mila euro per interventi che garantiscano una maggiore fruibilità del parco. Un piccolo passo in avanti dopo l’ emendamento presentato da Busnelli «per avviare un percorso che porti all’ apertura al pubblico del parco medese per una sua maggiore fruizione, così come avviene già da anni per la parte del territorio sevesino. Da sempre il “Polo civico” chiede che l’ ampia area verde medese del bosco, di 78.100 metri quadrati, sia accessibile ai cittadini e collegata con i sentieri ecologici del territorio. Non essendo riusciti a ottenere alcun risultato concreto, dopo le numerose occasioni dei rinnovi biennali della convenzione, ho presentato un emendamento per impegnare sindaco e Giunta ad avviare programmi per rendere il parco accessibile, in modo sicuro e sostenibile per dare ai cittadini la possibilità di fruirlo, nel pieno rispetto del suo habitat. L’ emendamento non è stato neppure accolto». Sulla faccenda si è espresso anche il Codacons: «A distanza di oltre 40 anni risulta che l’ Amministrazione non abbia ancora provveduto né all’ apertura dell’ area verde al pubblico, né alla sua riqualificazione». Pertanto «si sollecita l’ Amministrazione a un pronto intervento di riquali ficazione del parco, nonché all’ apertura alla sua apertura al pubblico e alla realizzazione di maggiori programmi di coinvolgimento dei cittadini». Ma una novità è arrivata proprio in questi giorni e l’ ha annunciata il sindaco: «Premesso che l’ area medese del Bosco delle Querce è una vera e propria riserva naturale, pertanto non è pensabile realizzare ciclabili o trasformarla in un parco pubblico, e che la gestione dell’ intero parco è in capo al Comune di Seveso, nel comitato tecnico di venerdì 15 marzo il rappresentante del Comune di Meda ha ottenuto la possibilità di utilizzare 24mila euro del contributo che la Regione dà all’ Ente Parco per la manutenzione ordinaria. L’ iscrizione in bilancio di questa somma permetterà di realizzare la staccionata lungo il Tarò e di mettere mano al sistema di chiusura del parco, attualmente rappresentato da una stanga».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox