11 Agosto 2020

REGIONE LAZIO: NESSUNA VACCINAZIONE OBBLIGATORIA PRIMA DELLA DECISIONE DEFINITIVA DEL TAR DEL 29 SETTEMBRE

     

    AMMINISTRAZIONE DIFFIDATA A NON ACQUISTARE DOSI DEL VACCINO ANTINFLUENZALE PRIMA DELLA SENTENZA DEI GIUDICI

    Nessuna dose di vaccino antinfluenzale e destinata ai cittadini over 65 dovrà essere acquistata dalla Regione Lazio prima della decisione definitiva del Tar, prevista per il prossimo 29 settembre. Lo afferma il Codacons, che diffida l’amministrazione regionale a non eseguire alcuna spesa in tal senso in attesa della decisione dei giudici.
    “Il Tar ha fissato al 29 settembre la discussione nel merito dei vari ricorsi presentati contro l’ordinanza della Regione che impone la vaccinazione obbligatoria ai cittadini con più di 65 anni – spiega il presidente Carlo Rienzi – Questo significa che fino a tale data non dovranno essere acquistate le dosi di vaccino necessarie a coprire la popolazione interessata, perché in caso di bocciatura dell’ordinanza si configurerebbe un enorme spreco di soldi pubblici. Ciò anche in considerazione del fatto che l’obbligo vaccinale va adempiuto entro il 31 gennaio 2021”.
    “Per tale motivo diffidiamo la Regione ad attendere la decisione del Tar prima di compiere operazioni che potrebbero risultare altamente dannose per le casse pubbliche; già in passato la Corte dei Conti fu costretta in un caso simile ad intervenire dopo l’acquisto di grandi quantitativi di vaccino antinfluenzale che si rivelarono del tutto inutili, realizzando un enorme spreco a danno della collettività” – conclude Rienzi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox