23 Luglio 2019

Reddito, la Campania resta ancora in vetta Per i consumatori è un disastro senza fine

rienzi e dona: “importi insufficienti, servono interventi per le famiglie”
NAPOLI (gp) – I numeri del reddito di cittadinanza continuano a essere uno specchio della delusione per questa misura e di quanto la Campania sia una regione in crisi nera. Alla data del 15 luglio sono state presentate 1.401.225 domande per ottenere il reddito di cittadinanza, di cui 895.220 accolte, ha reso noto l’ Inps. Manco a dirlo il record di richieste è della Campania (quasi 241.000), seguita dalla Sicilia (215.000). E Napoli e la sua provincia hanno il primato di domande ricevute e accolte (100.416 su 142.764 presentate). Numeri quasi doppi rispetto a Roma, 54.202 domande di reddito accettate. “Stando ai numeri diffusi dall’ Inps, il reddito di cittadinanza è un flop. Farebbe bene il governo e studiare con maggiore attenzione le misure economiche a sostegno delle famiglie, utilizzando le risorse per evitare l’ incremento dell’ Iva del 2020, sciagura che danneggerebbe una platea enorme di italiani con effetti depressivi sui consumi, sul commercio, sull’ occupazione e sull’ economia nazionale”, attacca a testa bassa il presidente del Codacons, Carlo Rienzi. “Solo il 49,13% delle famiglie povere assolute, pari a 1 milione e 822 mila, ha avuto il reddito di cittadinanza, ossia meno della metà di chi ne avrebbe diritto e bisogno, considerato che non ha la possibilità di acquisire un paniere di beni e servizi che è considerato essenziale per uno standard di vita minimamente accettabile. Senza contare che l’ importo medio non è sufficiente nemmeno per superare la soglia di povertà”, ha aggiunto Massimiliano Dona, presidente dell’ Unione Nazionale Consumatori. Bocciatura su tutta la linea.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox