24 Luglio 2019

Reddito di cittadinanza è un flop? Aiuta un disoccupato su tre, l’ assegno medio 400 euro

dove abolire la povertà, aiuta un disoccupato su tre: ecco che fine hanno fatto i 21 miliardi di euro stanziati dal governo per il reddito di cittadinanza, misura che avrebbe dovuto rispondere al problema di disoccupazione e povertà di oltre 2,7 milioni di italiani
ll provvedimento che avrebbe dovuto abolire la povertà sta in realtà aiutando solo un disoccupato su tre. Sono infatti 1.401.225 le domande di Reddito di Cittadinanza presentate al 15 luglio 2019 e solo 895.220 sono state accolte. Lo specifica l’ Inps nel rendiconto pubblicato sul portare dell’ istituto previdenziale in cui viene altresì presentato lo stato di lavorazione delle domande provincia per provincia . Reddito di cittadianza, beneficiari Come calcolato dal mensile Wired incrociando i dati Inps e Istat, solo il 32,5% dei disoccupati usufrisce del Reddito di cittadiannza. Non solo: appena il 50,8% di chi cerca un lavoro ma non lo trova ha fatto richiesta per il sussidio introdotto dal governo Lega-Movimento 5 Stelle. I numeri forniti dall’ Inps non permettono di spiegare per quali ragioni il tasso di accoglimento delle domande sia più elevato nelle regioni meridionali. Dicono solo che ad Enna tre richieste su quattro sono state accolte (74,46%), mentre a Pordenone meno della metà (46,41%). Un risultato quello del r eddito di cittadinanza etichettato come flop dal Codacons: l’ associazione dei consumatori ricorda infatti come la misura fosse stata pensata – secondo le previsioni del governo – per ben 2,7 milioni di italiani. Al momento in pratica solo un cittadino su tre tra colore che hanno diritto al reddito di cittadinanza beneficia del sussidio. “La misura non ha fatto breccia tra gli italiani, nemmeno tra coloro che hanno i requisiti per richiederlo”. La questione, come abbiamo già ricordato , mette in evidenza l’ errore di valutazione fatto dal Governo nella stesura della manovra 2019: a fronte di uno stanziamento di 21 miliardi di euro in tre anni, l’ attuale esborso per i beneficiari del reddito di cittadinanza consentirà allo Stato un risparmio quantificato in circa 2 miliardi di euro l’ anno. Reddito di cittadinza, ultime notizie Ad esempio, come metteva in evidenza l’ Osservatorio dei conti pubblici , la spesa totale per il solo 2019 per il reddito di cittadinanza sarebbe di circa 3 miliardi e se la percentuale di accoglimenti resterà costante la spesa totale sarà di circa 3,78 miliardi di euro, a fronte di uno stanziamento in legge di bilancio di circa 5,6 miliardi. Come fanno notare gli autori dello studio molti potenziali beneficiari hanno probabilmente valutato di non fare la domanda per il sussidio valutando in tali casi il rischio di essere scoperti qualora potessero contare su alcune entrate da lavoro nero. Se infatti la “fase due” del reddito di cittadinanza con l’ introduzione dei navigator – e quindi l’ inizio vero e proprio delle politche attive di lavoro – sta entrando solo ora dopo tre mesi in fase operativa, a non far decolarre il reddito (o la pensione) di cittadinanza è anche l’ esiguità del sussidio. Reddito di Cittadinanza, importo medio Se ad aprile il sottosegretario al Welfare Claudio Durigon aveva spiegato come quasi la metà di chi ha richiesto la Pensione di Cittadinanza hanno ottenuto meno di 100 euro al mese (e un altro 20% è sotto i 200 euro), l’ Inps ha indicato come a fine giugno l ‘importo medio sia cresciuto da un minimo di 387 euro mensili a un massimo di circa 626 euro in corrispondenza dei nuclei con cinque componenti. Un importo medio mensile del beneficio certo doppio rispetto al “vecchio” Rei, ma che non ha portato ad oggi, alla svolta in cui molti confidavano.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox