26 Febbraio 2008

RECORD ASSOLUTO PER LA BENZINA: LA VERDE A 1,413

RECORD ASSOLUTO PER LA BENZINA: LA VERDE A 1,413
L`Eurispes: l`inflazione viaggia all`8 per cento

Secondo aumento in pochi giorni e nuovo tetto massimo di sempre: la corsa dei carburanti è inarrestabile, come quella dei prezzi dei prodotti di più largo consumo, alimentari in testa. E così mentre tre Procure (Bari, Venezia e Roma) aprono altrettanti accertamenti su rincari sospetti, mobilitando la Guardia di Finanza, crescono le preoccupazioni e le denunce dei consumatori: ben 500 telefonate al numero verde istituto da mister Prezzi ed entrato in funzione sempre ieri. L`Eurispes calcola nell`8 per cento l`aumento dell`inflazione, tre volte più di quella indicata dall`Istat. Tra le poche note liete della giornata, la firma del ministro dell`istruzione Beppe Fioroni al decreto che fissa il limite massimo di spesa per i libri delle superiori. La benzina. Mai raggiunto in precedenza il record di 1,413 euro al litro toccato ieri dalla verde (1,447 in Campania). Lo si rileva dall`aggiornamento dei listini di “Quotidiano Energia“ che mostra anche una raffica di rincari che ha riguardato quasi tutti i principali marchi sia per la benzina sia per il diesel. Targato Esso il nuovo tetto storico del prezzo, con un rincaro di 1,2 centesimi al litro rispetto al weekend. Il precedente picco massimo della verde risaliva al 18 luglio 2006, quando arrivò a 1,409 euro al litro. Adusbef e Federconsumatori precisano che facendo in media due pieni al mese, si spendono oggi ben 1.690 euro l`anno, 240 euro in più dal gennaio 2007, quando la benzina era a 1,213 euro al litro. Dai calcoli del Codacons emerge che in sette anni il costo medio del pieno è aumentato di 17,3 euro per la benzina e di 22 euro per il gasolio. Si apre intanto una nuova polemica tra il ministro Bersani e i petrolieri: il ministro annuncia che le misure fiscali anti-rincari scatteranno a fine mese “anche se la cifra non inciderà particolarmente sul prezzo della benzina“ (1-2 centesimi) e si augura che “la riduzione vada a beneficio dei consumatori e non delle compagnie petrolifere“. Di qui la reazione di queste ultime: “Le aziende trasferiranno al consumo qualsiasi intervento di riduzione delle accise“ dice il presidente dei petrolieri Pasquale De Vita. Nel frattempo l`Italia rischia una denuncia alla Corte di giustizia europea per non essersi messa in regola sul fronte della distribuzione dei carburanti: domani la decisione, l`Aja potrebbe concedere altri 4 mesi per adeguarsi alle norme sulla libera concorrenza. Le indagini. Il sospetto di rialzo fraudolento dei prezzi e di manovre speculative sulle merci fa scattare indagini a Roma, Venezia e Bari. La Guardia di Finanza incaricata degli accertamenti dalle rispettive Procure nell`ambito di un`attività di controlli che nel 2008 risulterà aumentata del 30%. Finora ogni anno le Fiamme gialle hanno eseguito in media 25mila controlli per il monitoraggio dei prezzi ai quali vanno aggiunti 750mila controlli sull`emissione di scontrini o ricevute fiscali e 2.500 verbali per mancata esposizione di prezzi. L`Eurispes. L`inflazione reale sarebbe quasi tre volte superiore a quella ufficiale: per l`Eurispes il livello attuale del costo della vita è attorno all`8% contro il +2,6% indicato dall`Istat per il 2007, salito poi a gennaio al 2,9% e al 4,8% sui beni più diffusi. Dal 2001-2005, afferma il presidente dell`Eurispes, Gian Maria Fara, “abbiamo calcolato una crescita complessiva dell`inflazione del 23,7%: la perdita media del potere d`acquisto si è ormai attestata intorno al 35%“. Spaventosi anche i dati sull`economia sommersa: 549 miliardi di euro: “Un`altra economia che va ad integrare i redditi delle famiglie ogni mese per circa 1.330 euro“. I libri. Firmato il decreto, da ieri i libri di testo per la scuola secondaria superiore non potranno costare oltre un certo tetto. Il provvedimento del ministro Fioroni, il primo nella storia della scuola italiana, prevede tipologie di spesa massima per ogni indirizzo a partire dal prossimo anno scolastico. Il tetto massimo saranno 700 euro: al top il liceo classico, con un tetto di 370 euro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox