1 Luglio 2004

Rc Auto, via alla procedura di conciliazione



ROMA ? Basta avvocati, aule di Tribunale, spese legali e tempi d`attesa infiniti: da oggi gli automobilisti che dovranno risolvere un contenzioso con una compagnia assicurativa per un sinistro i cui danni non superano i 15.000 euro, potranno adottare la procedura di conciliazione. È quanto hanno stabilito l`Ania e un folto gruppo di associazioni dei consumatori che hanno siglato un accordo proprio per risolvere queste controversie, proprio nel giorno in cui il ministro delle Attività Produttive Antonio Marzano si dichiara ottimista sui costi delle tariffe Rc Auto, definendoli «stabili e, in molti casi, in riduzione». Una procedura che l`associazione delle compagnie e quelle dei consumatori che l`hanno sottoscritta (Acu, Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Centro tutela consumatori utenti, Federconsuamtori e Lega Consumatori) definiscono «semplice e rapida», che favorisce sia le compagnie che gli automobilisti. Alla conciliazione si potrà accedere per tutte «le controversie che riguardano incidenti con danni fino a 15.000 euro, ossia per il 90% dei sinistri che si verificano in Italia», spiegano i firmatari, che specificano che «la conciliazione offre la possibilità di ricevere in modo semplice e rapido i risarcimenti richiesti, senza inutili perdite di tempo e spese legali». Chi, dopo aver presentato un reclamo alla compagnia, non sarà soddisfatto della risposta ottenuta dalla compagnia, «potrà rivolgersi ad una delle associazioni dei consumatori che aderiscono alla procedura di conciliazione». A questo punto l`associazione valuterà il caso e, se lo riterrà fondato, lo presenterà ad una commissione di conciliazione composta da un proprio rappresentante e da un rappresentante della compagnia di assicurazione. La commissione dovrà decidere entro 30 giorni. Se la risposta non soddisferà ancora l`assicurato, si potrà sempre scegliere di non accettare e di procedere per vie tradizionali. Una procedura, quella individuata nell`accordo, che non comporta alcun costo aggiuntivo o pagamento di competenze per il consumatore che decida di avviare la conciliazione, salvo, chiaramente, l`eventuale iscrizione all`associazione cui conferisce il mandato associazioni dei consumatori che aderiscono alla Procedura di conciliazione. Fra le associazioni di tutela del consumo che non hanno firmato l`accordo c`è il Codacons, che però non perde l`occasione di rispondere all`ottimismo di Marzano sull`andamento tariffario dell`Rc Auto. «Una bella notizia, se fosse vera», ironizza il presidente Carlo Rienzi commentando la stabilità delle tariffe annunciata dal ministro. «A meno che – conclude – Marzano non intenda per riduzione il calo dello 0,22% annunciato nei giorni scorsi, ossia una riduzione di appena 2 euro su una polizza da 1.000 euro, dopo che negli ultimi anni le tariffe sono più che raddoppiate spellando gli assicurati».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this