9 Maggio 2002

Rc auto, scegliendo bene si risparmia

L?inchiesta della rivista ?Il Salvagente?

Rc auto, scegliendo
bene si risparmiano
anche 1400 euro

ROMA ? «Chi accetta senza fiatare il rincaro della propria compagnia assicurativa può pagare fino a 1.400 euro in più rispetto a chi, a parità di condizioni, sceglie la compagnia più conveniente». È il risultato di un`inchiesta del settimanale «Il salvagente», che ha condotto una verifica delle differenze tra le singole compagnie in quattro città campione: Milano, Bologna, Roma, Napoli. Se l?automobilista è ben informato, può risparmiare davvero molti soldi. «Da questa indagine viene confermato – dichiara il presidente del Movimento di difesa del cittadino, Antonio Longo – l`assoluto non rispetto delle società assicuratrici del tasso di inflazione programmato, che non dovrebbe superare il 2-2,5%, mentre si registrano aumenti di 10-20 volte rispetto a questo tasso».

Intanto sale la polemica intorno alla polizza Rc auto “ricaricabile“, destinata agli automobilisti che muovono la macchina pochi giorni all?anno, che la «Sara assicurazioni» lancerà in via sperimentale prima dell?estate. Le associazioni dei consumatori sparano a zero, e la Sara si appresta a chiedere i danni. Secondo Longo si tratta «dell`ennesima bufala offerta dalle società assicuratrici, in questo caso la Sara, che ha proposto una polizza che prevede il pagamento di 200-300 euro come ingresso, una polizza giornaliera di 1,10 centesimi di euro e una franchigia di 5.000 euro che costringerebbe l`utente a pagare di tasca sua danni entro i dieci milioni di vecchie lire.
Federconsumatori, Adusbef e Codacons chiedono al ministro delle Attività produttive, Antonio Marzano e all`Isvap di controllare per bloccare l`immissione sul mercato polizze tipo quella “ricaricabile“ presentata da Sara Assicurazioni. «Con il miraggio di un risparmio iniziale – afferma una nota – producono nel tempo costi insopportabili».

La compagnia ha dato mandato al proprio ufficio legale di citare in giudizio Codacons, Adusbef, Federconsumatori e Movimento difesa del cittadino. «Tali associazioni – si legge in un comunicato – nel commentare la presentazione alla stampa della polizza “Sara free“, ne hanno volutamente stravolto e falsato i contenuti, diffamando Sara, nel maldestro tentativo di indurre in errore proprio quei consumatori, che avrebbero, almeno in teoria, il dovere di proteggere».

E ad aprile, secondo Tillinghast-Towers Perrin, società di consulenza specializzata sul mercato assicurativo, le tariffe Rc auto avrebbero subito un aumento del 10,6% rispetto a un anno prima, mentre a marzo l`incremento era dell`11,8%.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox