19 Marzo 2003

Rc auto: salta l`incontro con i Consumatori




Nessun incontro sull`Rc auto tra ministero per le Attività Produttive, compagnie e associazioni dei consumatori.
Almeno per il momento.
La Coalizione che riunisce alcune delle sigle di tutela aveva chiesto il rinvio dell`incontro previsto per il 20 marzo a data da destinarsi.

Inizialmente il ministero per le Attività Produttive aveva accettato di rinviare l`incontro.
Il dicastero si era detto pronto a verificare le possibili soluzioni ad uno stato di cose che lasciava i Consumatori particolarmente insoddisfatti e che rischia di ostacolare la strada del dialogo, avevano ribadito senza mezzi termini le sigle di rappresentanza degli utenti.
Ma a fine serata è arrivata la notizia che l`incontro si farà.
Senza i Consumtori.
Insomma, siamo tornati al muro contro muro: le associazioni dei consumatori non si arrendono di fronte all`approvazione del decreto alla Camera nel suo testo originario.

Quello che i Consumatori speravano, era la modifica in seguito all`emendamento che riproponeva il giudizio secondo equità in tutti i contratti di massa per i ricorsi di carattere individuale.

La misura presentata dal Governo crea una situazione molto al di sotto delle aspettative per la tutela dei diritti dei consumatori.

I Consumatori auspicavano un confronto in sede parlamentare al fine di trovare una situazione di maggiore equilibrio tra il punto di vista dei consumatori e quello delle compagnie assicurative.
Ma il Ministero e l`Ania sembrano essere pronti ad andare avanti senza di loro.

Giovedì il Ministro Marzano e le compagnie si incontreranno comunque in quello che i Consumatori, ironicamente, hanno definito un `piacevole tete a tete con le compagnie di assicurazione`.

`Cosa decideranno durante questo incontro il Ministro e l`Ania?` si domanda l`Intesa dei consumatori in una nota diffusa ieri.
`Ma soprattutto, – conclude- quali altri diritti dei cittadini verranno messi in discussione giovedì?`.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this