6 Dicembre 2013

Rc auto, prima lite risolta con la conciliazione Tariffe scontate per chi rinuncia a fare causa

Rc auto, prima lite risolta con la conciliazione Tariffe scontate per chi rinuncia a fare causa

LA SOLUZIONE La riduzione del contenzioso assicurativo può aprire la strada alla riduzione delle tariffe, specie nella rc auto. È l’ effetto conciliazione paritetica, evocato dall’ accordo che ha messo compagnie e Consumatori sullo stesso fronte con l’ obiettivo di ridurre il contenzioso nel settore. Il tema è stato oggetto del confronto organizzato da Adiconsum, Codacons, Federconsumatori e Mdc dell’ Umbria e cui ha preso parte anche Giacomo Carbonari, segretario generale del Forum Ania Consumatori. L’ attivazione della procedura, nota per controversie relative ai servizi di pubblica utilità, è una novità nel campo dei sinistri automobilistici e ha trovato la sua prima applicazione anche in Umbria. «È un esempio di collaborazione utile e positiva tra soggetti che il mercato spesso mette in conflitto e che ora sono invece alleati», spiega Carbonari. «L’ idea è consentire alle associazioni di trattare il problema di un loro associato direttamente con l’ impresa senza ricorrere ad avvocati o giudici di pace». Questo avviene per cifre sotto i 15mila euro (circa il 90% del contenzioso) tramite la piattaforma www.conciliazioneauto.ania.it che ha attivato una rete nazionale di 130 conciliatori (30 dei consumatori) in rappresentanza delle 50 compagnie e delle 17 associazioni aderenti. «In Umbria siamo agli inizi – spiega l’ avvocato Alessia Lanterna, conciliatore di Federconsumatori Perugia – ma la semplicità della procedura ha portato alla soluzione del primo caso, una controversia sul preventivo di un carrozziere rispetto alla quale l’ automobilista avanzava una contestazione totale. Da un’ ipotesi iniziale di totale responsabilità, in sei giorni si è arrivati ad una di concorso». Una soluzione soddisfacente per l’ assicurato che si è visto ridurre l’ addebito contestato. L’ obiettivo tuttavia è arrivare a una riduzione delle tariffe («di almeno il 20%», dicono dal Cons.Ut) e una compagnia già riserva uno sconto del 10% agli associati di associazioni che si impegnano a utilizzare la conciliazione. Fabio Nucci.
nucci fabio

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox