25 Luglio 2001

Rc auto, intesa sul contenzioso

ROMA – Le controversie nel settore delle Rc auto potranno avere una soluzione più rapida e meno costosa, riducendo il contenzioso e migliorando i rapporti tra imprese assicuratrici e automobilisti. Ieri l?Ania, l?associazione che riunisce le imprese di assicurazione, e 11 organizzazioni di consumatori hanno firmato un accordo per dare il via ad una procedura di conciliazione stragiudiziale, cioè fuori dalle aule dei tribunali. La procedura prevede che, in caso di insoddisfazione, l?assicurato possa rivolgersi alla compagnia (che dovrà creare un apposito ufficio di conciliazione): in base all?intesa dovrà avere una risposta entro 15 o al massimo 30 giorni. Se la risposta non sarà soddisfacente, il dannegiato potrà rivolgersi ad una delle associazioni di consumatori che hanno firmato l?accordo. Il caso sarà discusso da una commissione di conciliazione di cui faranno parte i rappresentanti del consumatore (anche le organizzazioni dei consumatori dovranno organizzarsi, crando un proprio staff) e dell?impresa sssicuratrice. Entro altri 30 giorni al massimo all?assicurato verrà fatta una proposta. Tutta la procedura, quindi, durerà 60 giorni. Tempi ben più celeri rispetto a quelli della giustizia. Il ricorso alla conciliazione resta comunque volontario e riguarderà le richieste di risarcimento fino a 30 milioni di lire, che rappresentano comunque oltre il 90% di tutti i sinistri in Italia. Per il presidente dell?Ania, Alfonso Desiata, l?accordo rappresenta una svolta e un passo fondamentale verso quelle riforme strutturali che vengono invocate da anni. Infatti, continua Desiata, la procedura accelera i tempi e riduce i costi. L?insieme delle cause, dicono all?Ania, pesa per 1.500 miliardi all?anno; nel tempo, nel giro di un paio d?anni, si potrebbero ridurre del 50%, con un conseguente abbattimento delle tariffe. Mettere a regime la procedura avrà bisogno di un certo periodo di rodaggio. Le singole imprese dovranno aderire all?accordo, una fase che richiederà qualche mese. A gennaio del 2002 l?intesa in grado di decollare a pieno, anche se ci vorranno, dicono sempre all?Ania, dai 4 ai 6 mesi di tempo per andare a regime (ci saranno anche una serie di test locali). Anche per i consumatori l?intesa è rilevante, come sottolinea Rosario Trefiletti, segretario della Federconsumatori. Le associazioni firmatarie sono 11: Acu, Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Codacons, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento consumatori, Movimento difesa del cittadino, Unione nazionale consumatori. Voce contraria è quella dell?Aduc, convinta che gli accordi di conciliazione non funzionano: l?associazione invita i consumatori a rivolgersi ai giudici di pace.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox