7 Aprile 2020

Rc Auto, gli incidenti crollano dell’ 80% e Codacons chiede di rimborsare gli assicurati. Proposti sconti

Codacons ha presentato una istanza alla Presidenza del Consiglio, al Mise e all’ Ivass chiedendo che sull’ Rc Auto , gli assicurati vengano rimborsati. L’ emergenza Coronavirus, con le misure restrittive che vietano la circolazione se non per determinate esigenze, ha portato a calo degli incidenti stradale dell’ 80 per cento . “Mentre milioni di piccole attività e le industrie versano in condizione di grave difficoltà economica a causa dell’ emergenza Coronavirus, una categoria di imprese, le compagnie di assicurazioni, hanno beneficiato della situazione attuale del paese, attraverso un ingiusto arricchimento nell’ ambito Rc Auto su cui ora il Governo deve intervenire “, afferma il Codacons . “Come noto i limiti agli spostamenti degli italiani hanno prodotto un crollo degli incidenti stradali che, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, sono diminuiti del -80% – spiega il Codacons – I cittadini non possono più circolare in auto se non per comprovate esigenze, e le vetture rimangono da settimane parcheggiate nei garage o in strada. A fronte di tale blocco della circolazione stradale, tuttavia, gli automobilisti continuano a pagare regolarmente l’ Rc Auto che, a parte il provvedimento sulla proroga della scadenza dei contratti, non è stata oggetto di misure da parte del Governo”. Codacons ha chiesto al Governo e all’ Ivass di varare un decreto che riconosca in modo automatico agli assicurati un rimborso del costo sostenuto per la polizza rc auto , anche a ttraverso sconti sui successivi rinnov i, a fronte dell’ impossibilità di utilizzare i mezzi assicurati a causa dell’ emergenza coronavirus, o di destinare i maggiori profitti incamerati dalle compagnie di assicurazioni per finanziare intervenire a sostegno delle famiglie.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox