14 Giugno 2001

RC AUTO E PROPOSTE ISVAP: SIAMO ANCORA LONTANI DALLA SOLUZIONE DEL PROBLEMA?

IL CODACONS CRITICO NEI CONFRONTI DELLE 9 PROPOSTE DELL?ISVAP PER RIDURRE LE TARIFFE

Le proposte dell?ISVAP per risolvere il problema del caro-tariffe nel ramo delle RC auto non soddisfano i consumatori. Innanzitutto il CODACONS rileva, relativamente alla proposta sulla frequenza dei sinistri, come non si possa fare affidamento sui dati resi noti dall?ISVAP riguardo al numero di sinistri in Italia, poiché gli stessi sono stati smentiti, a suo tempo, dall?ACI. Per quanto riguarda la proposta sui costi di riparazione sembra che anche in questo caso l?Istituto di vigilanza voglia tutelare più gli interessi delle assicurazioni rispetto a quelli dei consumatori, in considerazione del fatto che si tenterebbe di far rientrare dalla finestra il già abortito progetto delle officine uniche. Relativamente al punto sulle perizie e liquidazioni danni (che tra l?altro è un problema interno alle assicurazioni) il CODACONS ha sempre sottolineato come la priorità fosse quella di obbligare le compagnie a potenziare gli ispettorati sinistri, aumentare i giorni e gli orari di ricevimento del pubblico nonché il numero di liquidatori. In assenza di tale potenziamento il contenzioso è una scelta obbligata e inevitabile, mentre progetti di conciliazione sembrano finalizzati ad eliminare l?assistenza legale che lascerebbe spesso il danneggiato privo di valida assistenza. Riguardo al numero di cause pendenti la soluzione sarebbe quella statunitense, quindi non aumentare la pretesa giuridica ma aumentare il numero di giudici. Per la proposta sul danno alle persone il CODACONS ricorda che già la riforma della microinvalidità ha portato un risparmio per le assicurazioni dai 2.300 ai 7.000 miliardi in cambio del quale abbiamo assistito ad aumenti delle tariffe. Con il completamento della riforma si regaleranno maggiori utili alle compagnie. Relativamente alla proposta sulla fiscalità il CODACONS ritiene scandalosa l?idea di far pagare gli aumenti delle tariffe alla collettività. Per quanto riguarda la proposta sulle frodi si continua ancora a cercare alibi dimenticando le chiare parole del Presidente dell?Antitrust che affermava: ?Le compagnie dichiarano di essere in perdita nel ramo rc auto?Abbiamo smesso di credere alle favole fin dalle elementari!?.

Il CODACONS ribadisce la necessità di trasferire le funzioni dell?ISVAP all?Autorità garante della concorrenza e del mercato, al fine di dare una vera tutela ai diritti degli assicurati e di tutti i consumatori.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this