16 Novembre 2001

Rc auto: Consumatori preoccupati

Consumatori preoccupati

ROMA ? Il variegato mondo dell`associazionismo non dà un parere unanime sulla riforma dell`RcAuto, ma esprime grande preoccupazione per il contenuto del provvedimento. Le associazioni promettono di vigilare sull`iter della riforma onde impedire norme eccessivamente penalizzanti. Nel merito di quanto esposto oggi dal ministro dell`Industria Antonio Marzano, poi, il giudizio è sostanzialmente negativo.
Il Codacons ha preso atto della decisione del Consiglio dei ministri, ma si dice favorevole solo al risarcimento diretto e non all`indennizzo diretto: “Con il primo termine – si legge in una nota del Codacons – si intende la reintegrazione completa della propria sfera patrimoniale lesa in seguito al sinistro, mentre l`indennizzo è la somma che la compagnia liquida in quanto contrattualmente obbligata. Siamo preoccupati poiché usando un termine al posto di un altro si apre percolosamente la strada per una accettazione da parte dell`assicurato di un minor valore del proprio diritto alla salute“.

Nettamente contraria è l?Adusbef secondo cui è una riforma contro i diritti e gli interessi dei consumatori e degli utenti. “Il superCid per l`indennizzo diretto dei danni da microlesioni – si legge in una nota – trasforma gli assicurati in specialisti in traumatologia“. Il timore è che il collegato alla Finanziaria voglia far passare una franchigiafranchigia fissa per un importo superiore al milione di lire. “In questo caso – dice l`Adusbef – si vanifica il concetto stesso di obbligatorietà dell`RcAuto, visto che verrebbero scaricati sugli assicurati il 70% dei costi degli incidenti di lieve entità“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this