23 Gennaio 2003

Rc auto, consumatori all?attacco

Servizi. Si prepara l?incontro del 3 febbraio, mentre prosegue la valanga di ricorsi

Rc auto, consumatori all?attacco

L?Intesa: se l?Ania non risponde, siamo pronti al boicottaggio

ROMA ? Se l?Ania non interverrà all?incontro in programma per il prossimo 3 febbraio, l?Intesa dei consumatori, oltre ad andare avanti con la valanga di ricorsi per il rimborso dell?Rc auto, metterà in campo una serie di iniziative che vanno dal boicottaggio delle compagnie coinvolte alle manifestazioni di piazza. Il punto della situazione sulla vicenda è stato fatto stamani dai presidenti di Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori, che hanno ricordato come l?appuntamento del 3 febbraio sia centrale per una possibile soluzione del problema. «Se il 3 febbraio non ci sarà l?incontro ? ha detto Carlo Rienzi del Codacons ? gli assicurati partiranno con il boicottaggio delle compagnie e verranno invitati a cambiarle, e poi metteremo in campo anche iniziative di carattere politico come manifestazioni e presidi». Viceversa, ha precisato Rosario Trefiletti della Federconsumatori, «se partirà il confronto sarà possibile pensare a una tregua nella valanga di richieste di rimborso», che vede già 2 milioni di moduli scaricati dal Web e 244mila richieste in via di definizione. Gli esponenti dell?Intesa hanno infatti sottolineato che un eventuale accordo risolverebbe i problemi per gli assicurati, che potrebbero ricevere a casa una comunicazione da parte della compagnia in cui si spiegano i termini dell?intesa e quindi sotto quale forma il cittadino può ricevere il rimborso. A quel punto starebbe a ogni assicurato la decisione di accettare o rifiutare la conciliazione e quindi andare avanti con la causa: «In questo caso ? ha tuttavia precisato Trefiletti ? non sarebbe però più conveniente andare in tribunale, anche per i tempi. L?accordo, invece, risolve».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox