28 Febbraio 2002

Rc Auto: Confermata maxi multa

Rc Auto / Sentenza del Consiglio di Stato dopo la delibera dell`Antitrust

Confermata maxi multa

ROMA ? Il Consiglio di Stato ha parzialmente accolto i ricorsi delle compagnie di assicurazione contro la delibera Antitrust che aveva inflitto una maxi multa di circa 700 miliardi di lire per comportamento anti-concorrenziale. Nonostante l` accoglimento parziale, la maxi multa è confermata per le più grandi società assicurative. Il dispositivo della sentenza della sesta sezione del Consiglio di Stato, appena depositato, afferma che i ricorsi delle società sono stati in parte accolti. Ma solo per alcune di esse «in parziale riforma della sentenza impugnata – si legge nella decisione – annulla la sanzione irrogata» dall`Antitrust. L`Autorità presieduta da Giuseppe Tesauro aveva multato le aziende per comportamento anticoncorrenziale ed aveva infitto una multa complessiva di circa 700 miliardi di lire. Le società alle quali non è stata annullata la sanzione sono quelle a cui era stata inflitta una multa più alta. E sarebbero, secondo un prospetto informale del Consiglio di Stato: Alliance subalpina, Assitalia, Axa, Fondiaria, Gan, Generali, Helvetia, LLoyd adriatico, Milano, Ras, Reale Mutua, Sai, Toro, Unipol, Winterthur, Zurigo. Complessivamente dunque queste società pagheranno, sempre secondo fonti informali del tribunale, una cifra ancora da quantificare con esattezza, ma che varia tra i 608 e i 635 miliardi di lire sui 699 inizialmente sanzionati. Per comprendere a pieno la decisione occorrerà ora aspettare le motivazioni della sentenza. L`antitrust aveva multato le società, accusandole di comportamento anticoncorrenziale per lo scambio di informazioni sensibili organizzato strutturalmente attraverso una società di servizi, la Rc Log. Danni quantificabili per oltre 7.000 mld di lire sarebbero derivati agli automobilisti a causa del cartello. Lo sostengono le organizzazioni dei consumatori Adusbef e Codacons a proposito della conferma, da parte del Consiglio di Stato, dei 635 mld di lire di multa. «Sono state giustamente punite fino all`ultimo grado di giudizio – hanno commentato le organizzazioni – ora si apre la strada ad una miriade di ricorsi per risarcire i cittadini dei danni subiti». L`Aduc, da parte sua, ha aggiunto che la sentenza del Consiglio di Stato «è la conferma che il regime di finto mercato, come quello dell`assicurazione obbligatoria per i mezzi di trasporto, ha un suo naturale sbocco nei cartelli monopolistici a danno dei consumatori. Auspichiamo che il legislatore tenga in buona considerazione ciò che è stato ogg confermato dal Consiglio». Ridurre a 30 giorni il termine di obbligo di risarcimento, nuovo prodotto da affiancare alle polizze con franchigia, sconto del 20% per chi accetta la riparazione diretta dell`auto, accordo Ania-Consumatori sulla conciliazione, abolizione della regionalizzazione delle tariffe, consorzio fra le compagnie per la gestione dei sinistri dubbi: sono questi i contenuti salienti del pacchetto di richieste di modifica del comparto assicurativo della rc auto che oggi la Federconsumatori porrà sul tavolo dei colloqui che si apriranno con l`Ania al ministero delle Attività Produttive. Ma non è tutto. I consumatori caldeggiano sopratutto il varo di un testo unico delle assicurazioni che, assieme al pacchetto, «possa finalmente bloccare la spirale degli aumenti che in questi anni ha prodotto danni consistenti all`economia delle famiglie italiane».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox