20 Dicembre 2018

RC Auto: “Chi non commette sinistri non può pagare di più in base alla propria residenza”

In tema di assicurazioni RC Auto è cosa nota la la forbice esistente tra le varie città d’ Italia , con premi assicurativi significativamente più bassi al Nord rispetto al Mezzogiorno. L’ ultimo rapporto Codacons , elaborato in base ai dati forniti dall’ Ivass (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni), mostra le disparità esistenti tra le diverse zone del Paese: ad esempio, livello regionale gli automobilisti della Campania , hanno il premio medio più alto d’ Italia, pari a 532,9 euro . Ciò significa che gli automobilisti residenti in quella regione, pagano l’ 80,3% in più rispetto a chi risiede in Valle d’ Aosta , che è invece la regione più economica in materia di Rc auto con un premio medio di 295,6 euro. Se si considerano le provincie, Napoli è la città in cui si paga di pià l’ assicurazione per l’ auto: il 111,3% in più rispetto alla città più economica, Oristano. Il dato preoccupante è che la forbice continua ad estendersi nonostante a Caserta e Napoli, rispettivamente il 60% e il 54% delle polizze contratte preveda la scatola nera, strumento che dovrebbe invece concorrere ad abbassare il premio (poiché utile a prevenire le frodi assicurative). RC Auto: con la tariffa unica chi ci perde e chi ci guadagna Commentando un’ interrogazione parlamentare presentata dal ministro del Lavoro e dello Sviluppo Luigi Di Maio, il Ministro per i rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro ha assicurato che uno degli obiettivi del Governo è quello di “eliminare con relativa rapidità le discriminazioni esistenti in materia di polizze RC auto”. In particolare, pare sia al vaglio un provvedimento con cui le compagnie assicurative saranno obbligate a praticare uno sconto assicurativo “nei confronti degli assicurati virtuosi” Fraccaro ha inoltre specificato come il Governo sia al lavoro per trovare una soluzione che faccia al tempo stesso gli interessi degli assicurati virtuosi con un premio contenuto e delle compagnie con provvedimenti anti-frode. Ciò che è evidente è l’ iniquità dell’ attuale dinamica che vede gli automobilisti che non commettono sinistri, pagare tariffe più alte in base alla propria residenza”. In ultimo, il ministro ha ricordato come legge per la concorrenza 2017 prevedesse sconti ad hoc per l’ installazione di scatole nere al ricorrere di specifici requisiti di polizza e che già allora, durante l’ iter parlamentare alla legge fu proposto un emendamento atto a “premiare gli automobilisti virtuosi” con una tariffa equa e media più vantaggiosa su tutto il territorio nazionale.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox