18 Giugno 2014

Rc auto, chi la conosce? Due app per “fare i compiti” ed evitare salassi

Rc auto, chi la conosce? Due app per “fare i compiti” ed evitare salassi

Realizzate
dalle associazioni dei consumatori con il finanziamento del ministero
dello Sviluppo economico, “Rceasy” e “Rc auto su misura” consentono di
restare aggiornati sulle novità in materia e di conoscere i propri
diritti.

Tra le tante battaglie che cittadini e associazioni di consumatori combattono ogni giorno, quella sull’ Rc auto è una delle più aspre. Le tariffe delle compagnie assicurative ricalcano i prezzi delle più rinomate gioiellerie e, spesso, il premio si alza da un anno all’ altro senza alcun motivo apparente. Spesso, però, è anche un po’ colpa nostra: l’ Rc auto è vista da molti come una noiosa pratica da sbrigare al più presto. E allora, a volte ci informiamo poco e male sui nostri diritti salvo poi sorprenderci quando ci arriva una franchigia monstre da pagare. Per non parlare dei contratti, ai quali diamo (quando va bene) solo una rapida occhiata. Proprio per prevenire brutte sorprese e preparare gli automobilisti sono nate due app per smartphone e tablet realizzate da alcune associazioni dei consumatori: ‘Rc auto su misura’, curata da Movimento difesa del Cittadino e Codacons, e ‘RceAsy’, promossa da Cittadinanzattiva, Adiconsum, Adoc e Centro tutela consumatori e utenti, entrambe disponibili per i dispositivi Android e iOs. Come funzionano le app. Entrambe sono molto semplici da usare. ‘Rc auto su misura’ ha quattro sezioni principali: decalogo (dove si trovano le informazioni sul contratto base, la formula bonus-malus, il rinnovo tacito, le polizze online e le modifiche che negli ultimi anni hanno riguardato la responsabilità civile), preventivi (dove è possibile scegliere tra alcuni dei principali siti, ai quali l’ applicazione rimanda, per calcolare un preventivo), andamento (che permette di scaricare un file pdf con le variazioni percentuali delle tariffe rca, calcolate su base annuale su 21 province campione e aggiornate al primo gennaio 2014), gioca (dove è possibile testare le proprie conoscenze sull’ rca con un quiz a sette livelli). Nel menù c’ è poi una sezione dedicata alle news con le principali novità in materia. Anche ‘RcEasy’ si divide in quattro sezioni: news, prevenzione (dove è possibile leggere per intero il codice della strada), contratto (che rimanda alla spiegazione del contratto base fatta dal ministero dello Sviluppo economico), Faq (dove si trovano le risposte alle più frequenti domande in materia di rca auto). Il progetto. Queste applicazioni in realtà fanno parte di due progetti più ampi, finanziati dal ministero dello Sviluppo economico, che hanno come obiettivo quello di garantire ai consumatori la più ampia informazione possibile in materia di responsabilità civile, sia per quanto riguarda le novità sia per quanto riguarda la comparazione delle tariffe. Il progetto ‘Rceasy’ prevede, oltre all’ applicazione, otto incontri di formazione nelle autoscuole di diverse città rivolti ai giovani tra i 16 e i 24 anni, incontri con i cittadini tramite lo ‘Sportello mobile del consumatore’, il monitoraggio delle tariffe, la realizzazione di una guida tematica in italiano e tedesco e il potenziamento degli sportelli di consulenza delle associazioni coinvolte. ‘Rc auto su misura’ punta molto sulla comunicazione, con l’ apertura di una pagina Facebook, la creazione di una ‘mappa informativa’ (pdf) in italiano e in inglese, un numero verde (800 912 637) a cui chiamare, solo la mattina, per consulenze e informazioni e la realizzazione di una rubrica nelle web tv delle due associazioni responsabili del progetto, con video interviste sull’ argomento e video di denuncia da parte dei cittadini. Inoltre sarà svolto un sondaggio con l’ obiettivo di migliorare il sistema assicurativo. Oltre a questi due, il Mise ha finanziato anche altri tre progetti, per uno stanziamento totale di circa 335.000 euro per il biennio 2013/2014. ‘GuidoSicuro 2.0’ è realizzato da Altroconsumo, Acu, Codici, Casa del Consumatore e Lega Consumatori e prevede la realizzazione di una mini-guida, sia cartacea che scaricabile da internet , e una serie di incontri ed eventi formativi in tutta Italia. Anche Assoutenti, Unione Nazionale Consumatori e Confconsumatori, con il progetto ‘Rc-auto: risparmiare si può’, hanno pensato alla realizzazione di un pieghevole e di video-interviste per informare i cittadini sull’ argomento. ‘Rc_@uto’, realizzata da Movimento Consumatori, Adusbef e Federconsumatori, mette a disposizione un numero verde (800 821 263) e una email (info@campagnarcauto.it) per avere informazioni e contattare gli esperti in materia e prevede la realizzazione di otto mini-guide tematiche da diffondere online e una campagna di educazione sulla sicurezza stradale. Segui @BarbaraLtz.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox