6 Maggio 2003

Rc auto: arriva una stagione di “moderazione“

Dopo gli aumenti a doppia cifra degli ultimi anni per le tariffe Rc auto arriva una stagione di “moderazione“. È questo l`impegno assunto ieri sera dalle compagnie di assicurazione ed alcune associazioni di consumatori (ma le principali si sono dissociate ed hanno abbandonato le trattative) sotto la regia del ministro delle Attività produttive Antonio Marzano.
Per i prossimi dodici mesi, «le parti convengono su una politica di raffreddamento delle tariffe Rc auto con l`obiettivo di contenimento dell`inflazione». Nessun blocco e nessuna moratoria (peraltro vietate dalla legge): unicamente l`impegno delle imprese a tenere «il più possibile basse» le tariffe che soltanto nel 2002 sono cresciute in media dell`11,6\%. L`accordo, sottoscritto senza la firma delle principali organizzazioni di consumatori riunite nell`Intesa dei Consumatori (Adusbef, Adoc, Codacons e Federconsumatori), prevede tra l`altro sconti per neopatentati e motorini, per le famiglie, condizioni di favore per i pluriproprietari, velocizzazione dei risarcimenti, l`estensione della procedura Cid ai danni alla persona e il risarcimento per il terzo trasportato da parte della compagnia assicurativa del guidatore.

Le compagnie si impegnano a moderare le tariffe, ma senza automatismi, sottolinea il presidente dell`Ania Fabio Cerchiai: «i prezzi delle polizze auto sono prezzi sensibili che hanno un impatto sociale importante, ma le compagnie non possono praticare prezzi sociali, ma solo industriali».

«È una vergogna, dopo la legge truffa l`accordo truffa», è stato il lapidario commento dell`Intesa dei consumatori prima di abbandonare il tavolo del ministero: «Ci hanno presentato una bozza di accordo che era già stata preparata e il ministro ci ha preso in giro», ha detto Elio Lannutti annunciando che le 4 associazioni che non hanno aderito all`accordo (Adusbef, Adoc, Codacons e Federconsumatori) organizzeranno al più presto la prima riunione del Comitato referendario per abrogare la legge “salva compagnie“.

Ecco i principali punti dell`accordo:

Autodisciplina tariffaria: «il governo impegna l`Ania ad invitare le compagnie ad adottare una politica di raffreddamento della dinamica tariffaria Rc Auto, ferma restando la dinamica del bonus malus individuale maturata dagli utenti».

Agevolazioni per i giovani: le compagnie saranno sensibili ad assumere atteggiamenti che agevolino l`assicurazioni Rc auto attraverso l`applicazione di sconti o riduzioni per gli assicurati che non provochino sinistri e per i giovani nuovi assicurati.

Agevolazioni per ciclomotori:sono previsti sconti e riduzioni tariffarie per gli assicurati che non provochino sinistri.

Multiproprietari: l`Ania sensibilizzerà le imprese per l`adozione di sistemi tariffari che valorizzino i precedenti favorevoli di guida di un assicurato, per altri nuovi veicoli di sua proprietà, prevedendo ingresso bonus-malus a condizioni più vantaggiose delle attuali.

Danni alla persona: l`Ania conferma l`impegno ad estendere la procedura della contestazione amichevole di incidente ai danni alla persone di lieve entità non appena saranno disponibili i parametri per la valutazione medico legale.

Furto, rottamazione, vendita: è prevista la conservazione della classe di merito del veicolo rubato o rottamato e la portabilità dell`attestato di rischio.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this