13 Agosto 2013

RC AUTO: ACI, COSTI SCENDONO

    RC AUTO: ACI, COSTI SCENDONO

    ACI ABBAGLIATO DAL SOLE DI AGOSTO?

    GOVERNO TOLGA LE PROVINCE E LE TASSE CHE LE FINANZIANO

    Secondo quanto dichiarato oggi  dal presidente dell’Aci, i costi dell’rc-auto sono in lieve calo grazie alla riduzione dei volumi di traffico e, di conseguenza, dell’incidentalità stradale.
    Per il Codacons non si capisce bene se l’Aci si riferisca ai costi delle compagnie assicurative o ai prezzi dell’rc auto pagati dai consumatori. Nel primo caso avrebbero ragione ed il dato dimostrerebbe che le compagnie assicurative fanno come quelle petrolifere: alzano i prezzi anche quando dovrebbero e potrebbero abbassarli, speculando sui consumatori grazie all’assenza di concorrenza.
    Nel secondo all’Aci sarebbero stati abbagliati dal sole di agosto, dato che gli automobilisti continuano a pagare l’rc auto più cara d’Europa.
    Ecco perché il Governo dovrebbe piantarla di fare quello che chiedono le compagnie assicurative  che in questi anni, pur avendo ottenuto per legge tutto quello che hanno chiesto,  hanno continuato a prendere tutte le scuse possibili per giustificare aumenti stratosferici privi di qualunque fondamento con la realtà.
    Se il Governo vuole abbassare per davvero il prezzo dell’rc auto farebbe bene a cominciare a dar retta al Codacons. Avete detto di voler eliminare le province? Bene! Allora eliminate anche tutte le tasse che finanziano le province e che gravano sull’auto, da quelle sulle polizze rc auto all’imposta provinciale di trascrizione (IPT) .

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox