25 Luglio 2001

Rc Auto, accordo per ridurre il contenzioso

L?Ania ed il Consiglio nazionale consumatori e utenti hanno raggiunto un?intesa per una più rapida soluzione delle controversie

Rc Auto, accordo per ridurre il contenzioso

Il danneggiato deve esporre le ragioni alle compagnie e avere la proposta di soluzione entro un mese






ROMA – Un accordo per una più rapida soluzione alle controversie Rc Auto e per una riduzione del contenzioso fra compagnie assicurative ed automobilisti, è stato raggiunto ieri fra l?Associazione nazionale, le Imprese assicuratrici (Ania) ed il Consiglio nazionale consumatori e utenti, che raggruppa le sigle Acu, Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Codacons, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento consumatori, Movimento difesa del cittadino e Unione nazionale consumatori. L`accordo di «procedura di conciliazione stragiudiziale – afferma l`Ania in un comunicato – costituisce una vera e propria svolta nei meccanismi per risolvere le controversie che, per un motivo o per l`altro, vedono in conflitto l`automobilista e l`impresa di assicurazione».
Nello specifico l`intesa prevede che il danneggiato esporrà le proprie ragioni alla compagnia, che entro 30 giorni proporrà una soluzione. Se l`assicurato non sarà soddisfatto della risposta potrà rivolgersi ad una delle associazioni dei consumatori che aderiscono alla procedura. Il caso verrà quindi discusso da un`apposita commissione congiunta (rappresentante del consumatore e rappresentante della compagnia assicurativa), che avrà 30 giorni per trovare una soluzione. In questo modo la decisione finale arriverà in un massimo di 60 giorni dalla segnalazione del problema. La nuova prassi potrà essere richiesta per risarcimenti Rc Auto fino a 30 milioni (circa il 90% dei sinistri Rc Auto italiani) e, ovviamente, il ricorso è volontario, in quanto il cittadino potrà sempre percorrere le strade tradizionali per risolvere il contenzioso.
Commentando l`accordo il presidente dell`Ania, Alfonso Desiata, ha dichiarato che «è senz`altro un passo fondamentale in direzione di quelle modifiche strutturali del mercato Rc Auto che invochiamo da anni. La procedura è vantaggiosa per tutti: per gli assicurati, perchè permette la soluzione rapida della quasi totalità dei problemi che incontrano nell`assicurazione Rc Auto e per le imprese di assicurazione perchè contribuisce a migliorare la qualità del servizio e a ridurre i costi esterni che gravano sui bilanci delle compagnie».
Positivi anche i primi commenti al protocollo d`intesa delle associazioni dei consumatori. Per il presidente dell`Adoc, Carlo Pileri, si tratta di «un importante contributo per una possibile riduzione delle tariffe» ed una «conquista per i consumatori che potranno risolvere le loro controversie in tempi brevi, senza spese e senza procedure legali, risolvendo l`80% del contenzioso». Federconsumatori giudica l`intesa «un passo positivo», che però «necessita di più ampie riforme strutturali ed organizzative di un settore la cui inefficienza viene scaricata sui cittadini». Da parte sua, il presidente dell?Aduc, Vincenzo Donvito, si chiede come si possano spendere soldi inutili e far attendere la giustizia: la lezione Telecom non è servita? Per l?Aduc i patti conciliativi non funzionano.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox