10 agosto 2014

RASSEGNA STAMPA DEL 10 AGOSTO 2014

RASSEGNA STAMPA DEL 10 AGOSTO 2014

La Sicilia Web, 10/08/2014 11:22
CataniaWeb Web
codacons lancia “sos turismo” a tutela dei consumatori che hanno subito danni durante le vacanze.
CATANIA – Francesco Tanasi Segretario Nazionale Codacons annuncia che grazie alla collaborazione tra Avvocati in Europa e Associazione Utenti Servizi Turistici, Codacons, Consaambiente e Associazione Utenti del trasporto Aereo, Marittimo e Ferroviario è stata attivata la task force ” Sos turismo” a cui i consumatori, telefonando al 3427709628 o scrivendo a dilloatanasi@gmail.com , potranno segnalare e denunciare problemi legati ai ritardi, cancellazioni dei treni, aerei e navi, o l’ aver subito danni a causa di promesse non mantenute, depliants ingannevoli, smarrimento di bagagli, scarsa igiene negli alberghi, annullamento di prenotazioni, overbooking per i voli aerei, prezzi alti ed altri problemi legati al mancato rispetto del contratto e alla scarsa qualità dei servizi forniti. Problematiche che emergono ogni anno nel periodo estivo. “La Task force – ricorda il promotore Tanasi – mira ad informare, nonchè a tutelare tutti quei consumatori che, tornati, dalle agognate vacanze siano stati vittime di disservizi turistici”. “Questa forza organizzata – spiega Tanasi – è formata da un pool di avvocati, coordinati dall’ avv. Floriana Pisani esperta in diritto del turismo, che definiscono le linee operative delle azioni a tutela dei turisti, con lo scopo di offrire un servizio organico e completo a quanti subiscono danni, nonché la massima efficienza nelle risposte alle numerosissime richieste di intervento e nelle azioni di tutela dei consumatori”. Un gruppo di avvocati affiancati da tecnici in grado di fornire risposte e avviare azioni legali, sarà dunque a disposizione di quanti segnaleranno inadempienze.
 
 
Il Messaggero, 10/08/2014 05:57
sarà forse questa l’ ultima estate all’ insegna dell’ incertezza climatica con previsioni del tempo spesso sbagliate: scienziati guidati da andrea merlone, ricercatore dell’ inrim di torino, hanno posizionato prima sull’ everest e poi al polo nord dei sensori di ultima generazione capaci di trasformare i fenomeni naturali in numeri facilmente decifrabili. è il progetto meteomet.
Così il meteo si fa infallibilePDF PDF
« meteorologia e metrologia insieme per il futuro della terra» luca mercalli climatologo.
LA RICERCA Mai come in questa stagione si è patita tanta incertezza nelle previsioni del tempo. Week end dati per piovosi si sono improvvisamente rivelati soleggiati e giornate pronosticate come radiose sono state invece flagellate da rovesci d’ acqua. Un danno per chi si aspettava la certezza estiva dell’ anticiclone africano e non cartine dalle interpretazioni fallaci. Tanto che le associazioni di albergatori di alcune province, come per esempio Rimini cuore del turismo familiare, hanno minacciato di denunciare i meteorologi perché gli errori di previsione hanno danneggiato le loro attività. Il Codacons ha suggerito ai portali meteo di mettere bene in evidenza che le previsioni del tempo non devono essere considerate affidabili al cento per cento. LA SCIENZA Ora però l’ incertezza potrebbe avere fine. In questo culmine d’ agosto, giungono infatti i risultati di una ricerca, a guida italiana, in grado di elevare notevolmente il grado di affidabilità delle previsioni del tempo. Di rendere cioè le previsioni meteo quasi infallibili. Il progetto si chiama MeteoMet. Finanziato dalla Ue, vede 21 Nazioni coinvolte più 15 Università. L’ Italia è il Paese coordinatore, ruolo che probabilmente le meriterà una candidatura a diventare la sede di una struttura permanente sul clima. Gli scienziati che lavorano al progetto sono metrologi. Attenzione, metrologi; non meteorologi. «La metrologia è la scienza della misura», dice Andrea Merlone, ricercatore dell’ Inrim (Istituto nazionale di ricerca metrologica) di Torino e responsabile del progetto europeo. LA MISURA Usa un esempio elementare per far capire la necessità del confronto tra metrologia e meteorologia: «Molto spesso i dati meteo non sono veritieri perché è come voler individuare l’ ora esatta con l’ orologio della prima comunione. Se di tanto in tanto quell’ orologio non si rimette a posto, non potrà mai dare l’ ora esatta e finirà che ci farà perdere il treno». «La misura è la chiave di tutto – afferma Merlone – La nostra scienza rappresenta la natura attraverso i numeri. Abbiamo dunque bisogno di strumenti che trasformino i fenomeni naturali in numeri a noi comprensibili. Migliori sono le misure e migliore sarà la comprensione della natura». Forti di questo credo, gli scienziati italiani sono saliti nel novembre scorso fin sull’ Everest, a 5.000 metri, per trasportare lassù sensori di ultima generazione, in grado di leggere i dati sul clima dalla stazione più alta del mondo. E hanno ripetuto l’ esperimento un mese fa, al Polo, nella stazione più a Nord del mondo. «Il confronto dei dati tra queste due aree, tra le meno antropizzate del pianeta, è di un valore inestimabile per i climatologi», dice Merlone. IL CONFRONTO «Finalmente meteorologia e metrologia hanno iniziato a parlarsi», dice il meteorologo Luca Mercalli. «Dopo cento anni di stasi sulla verifica della qualità dei dati, questo è il momento giusto per colmare la lacuna. Dati più attendibili aiuteranno le previsioni del tempo. I modelli di simulazione delle scienze meteorologiche se ne gioveranno. E se ne gioveranno anche gli studi sul cambiamento climatico. Potremo misurare la febbre del pianeta Terra». Merlone parla anche di ricadute positive nel campo della paleoclimatologia: «Siamo impegnati a tentare di ricostruire il clima del passato – dice – L’ obiettivo è quello di mettere a disposizione delle future generazioni serie storiche di dati incontrovertibili. Dobbiamo capire fino a che punto le oscillazioni del clima siano indotte dall’ attività umana o invece siano sempre state così. Il Polo Nord è la cartina di tornasole: negli ultimi 15 anni la temperatura media è aumentata di 1,3 gradi. È un aumento rapidissimo. Si tratta di cambiamenti che avvenivano ogni 10 mila anni. Dovremo dare una risposta anche a questo». IL PREMIO Il progetto MeteoMet ha ricevuto un premio europeo dall’ Euramet, l’ Associazione europea di Metrologia. La dicitura è interessante. Recita Merlone: «Il premio è assegnato al progetto scientifico che meglio riesce a dare al cittadino il senso della risposta a una esigenza. E le tante domande sull’ evoluzione del clima sono un’ esigenza forte». Da segnalare che il premio Euramet è stato assegnato solo due volte in otto anni e solo a due progetti su 130. Carlo Mercuri © RIPRODUZIONE RISERVATA.
 
 
La Sicilia, 10/08/2014 05:01
Francesco Tanasi Segretario Nazionale Codacons annuncia che grazie alla collaborazione tra …PDF PDF
Francesco Tanasi Segretario Nazionale Codacons annuncia che grazie alla collaborazione tra Avvocati in Europa e Associazione Utenti Servizi Turistici, Codacons, Consaambiente e Associazione Utenti del trasporto Aereo, Marittimo e Ferroviario è stata attivata la «Task Force “Sos Turismo”» grazie a cui i consumatori, telefonando al 3427709628 o scrivendo a dilloatanasi@gmail. com, potranno segnalare e denunciare problemi legati ai ritardi, cancellazioni dei treni, aerei e navi, o l’ aver subito danni a causa di depliants ingannevoli, smarrimento di bagagli ed altri problemi legati al mancato rispetto del contratto e alla scarsa qualità dei servizi forniti. «Questa forza organizzata – spiega Tanasi – è formata da avvocati ed esperti, coordinati dall’ avv. Floriana Pisani esperta in diritto del turismo, che definiscono le linee operative delle azioni a tutela dei turisti, con lo scopo di offrire un servizio completo a quanti subiscono danni, nonché massima efficienza nelle risposte alle richieste di intervento a tutela dei consumatori».
 
 
Giornale di Sicilia (ed. Trapani), 10/08/2014 04:32
0 partanna.
Sagra cipolla candidata ad un premioPDF PDF
…TipicuèArte Sagra della Cipolla rossa” è tra le manifestazioni, candidate al Premio Italive 2014 promosso dal Codacons , con la partecipazione di Autostrade per l’ Italia e Coldiretti. L’ iniziativa ha come fine la promozione sul territorio delle eccellenze enogastronomiche , segnalando agli automobilisti in tempo reale, tutti i migliori eventi , organizzati sul territorio nazionale. (*MAMA*)
 
 
Giornale di Sicilia (ed. Messina), 10/08/2014 04:31
IL CAOS. Disagi pure a Fontanarossa. L’ associazione siciliana lo ha annunciato ieri il presidente Carmelo Calì, è pronta a presentare raffiche di richieste di risarcimentoPDF PDF
La Sac ha reso noto che lo scalo cittadino sta cercando di contenere i danni e tutelare i viaggiatori. Confconsumatori terrà aperto lo «Sportello del turista» per tutto il mese. La Codacons ha attivato la task force «Sos turismo» …Incubo -bagagli per i passeggeri Alitalia. O, almeno, per quelli in transito da Fiumicino dove scioperano i «lavoratori di terra», in allarme per il programma di risanamento dell’ ex compagnia di bandiera. E molti sono stati i disagi anche a Fontanarossa. Confconsumatori Sicilia – come ha annunciato ieri il presidente Carmelo Calì – è sul piede di guerra, pronta a «sparare» raffiche di richieste di risarcimento. La Sac, intanto, ha reso noto già nei giorni scorsi che lo scalo cittadino sta cercando di contenere i danni con un paio di misure a tutela dei malcapitati viaggiatori. Confconsumatori, che ha scritto all’ Alitalia denunciando «il rischio di passare adesso dal danno alla beffa», ha diffuso un comunicato perché «i passeggeri catanesi e siciliani danneggiati dallo sciopero bianco dei lavoratori di terra dell’ aeroporto di Fiumicino siano informati dei loro diritti, e soprattutto, dei tempi per esercitarli». «Per ottenere un equo risarcimento spiega Calì, avvocato e presidente regionale dell’ associazione – la Convenzione di Montreal prevede termini di scadenza che, se non rispettati, fanno decadere i passeggeri da ogni diritto, aggiungendo così al danno la beffa». In caso di ritardata consegna del bagaglio, quindi, sarà necessario indirizzare alla compagnia richiesta di indennizzo a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno entro 21 giorni dalla data di effettiva riconsegna: «Questa lettera- ricorda Confconsumatori- deve essere inviata in ogni caso e non può ritenersi sufficiente la constatazione dell’ evento effettuata presso l’ Ufficio Lost and Found dell’ aeroporto con la compilazione del modulo. Bisogna assolvere entrambe tali formalità». Per il danneggiamento, invece, la raccomandata va spedita entro 7 giorni: “Anche in questo caso, non basta la constatazione dell’ evento effettuata presso l’ Ufficio Lost and Found». Se invece le valigie sono state perse dalla compagnia, non vi sono termini di scadenza. È possibile, inoltre, ottenere il rimborso delle spese sostenute per sopperire allo smarrimento: «Importante, però, conservare le ricevute di tutti gli acquisti di effetti personali», spiega il presidente Calì che puntualizza come la sua organizzazione abbia invitato Alitalia a «formulare un’ offerta risarcitoria per i tantissimi passeggeri coinvolti». In viale Libertà 221, la sede catanese di Confconsumatori con il proprio «Sportello del turista» rimarrà aperta anche in agosto, il lunedì e il giovedì dalle 17 alle 19, il mercoledì dalle 9 alle 12. Attivo un servizio di assistenza telefonica, 095-2500426, durante gli orari di apertura dello sportello. Possibile, infine, ricevere consulenza ed assistenza on line, via e-mail, a: confconsumatorict@virgilio.it, oppure confconsumatorisicilia@hotmail.com. La Sac, società di gestione del Fontanarossa, sta attuando ormai da giorni un programma di «misure suppletive di assistenza» con una task -force creata con Alitalia e «Katane Handling», l’ azienda che si occupa dei bagagli smarriti della compagnia italiana nello scalo catanese. «Il nostro Ufficio Lost&Found – scrive la Sac – continua senza sosta a smaltire le numerose pratiche di smarrimento degli ultimi giorni originatesi a Roma, avvisando i passeggeri del rinvenimento o del successivo arrivo dei bagagli, per il loro recu pero in aeroporto o la consegna diretta a domicilio. L’ Alitalia sta, dal canto suo, lavorando per rendere possibile la spedizione dei bagagli giacenti a Roma». La società ricorda, altresì, che per il servizio informazioni di tracciamento -bagagli occorre telefonare allo 09572.33.180 e seguire le istruzioni della guida vocale. Informazione anche via email: lost&found@khcatania.it. E Francesco Tanasi, segretario nazionale Codacons, annuncia che è sta ta attivata la task force «Sos turismo» a difesa dei cittadini: «Avvocati ed esperti assisteranno i cittadini nelle disavventure legate al settore dei viaggi in genere, dallo smarrimento di bagagli alla scarsa igiene negli alberghi, all’ annullamento di prenotazioni, a promesse non mantenute». I viaggiatori potranno telefonare al 3427709628 o scrivere a dilloatanasi@gmail.com, per segnalare e denunciare i problemi. (*gem*)
 
 
La Città di Salerno, 10/08/2014 04:15
Mare inquinato: scatta l’ espostoPDF PDF
a vietri il codacons e la minoranza consiliare chiedono di verificare la situazione.
VIETRI SUL MARE Un consiglio comunale ad hoc è stato richiesto dai consiglieri di minoranza, Alessio Serretiello, Massimiliano Granozi, Annalaura Raimondi e Antonio Borrelli, sullo stato dei lavori dell’ impianto di sollevamento reflui, funzionamento, prove e stato di fatto dell’ impianto di depurazione. Un problema che in queste settimane è stato al centro delle polemiche e delle preoccupazioni da parte dei tanti bagnanti che affollano le acque del centro costiero e che hanno lamentato la scarsa balneabilità. Innegabile che i problemi ci siano e l’ Ausino ha cercato di fare chiarezza sul perché si siano verificati questi problemi. In una nota stampa Giuseppe Vitagliano ha precisato che: «Alcune notizie non rendono merito agli sforzi che tutte le amministrazioni interessate stanno profondendo per dare un contributo al miglioramento dell’ ambiente, nella fattispecie delle acque di balneazione di Vietri sul Mare». Ancora: «Il temporaneo malfunzionamento dell’ impianto verificatosi ed i cui effetti non possono essere negati, esalta le sole criticità di un sistema che, pur con qualche limite e con la necessità di provvedere ad ulteriori provvedimenti di messa a punto, rappresenta comunque un notevole passo in avanti nella risoluzione del problema del disinquinamento delle acque marine sul litorale di Vietri sul Mare. Va chiarito che, nella fase attuale, il controllo dei livelli idrici nelle vasche di carico è proprio l’ argomento sul quale si stanno effettuando tutte le valutazioni tecniche possibili per rendere il sistema più affidabile». Intanto il Codancos ha inviato una lettera di diffida al comune di Vietri ed alla Procura per capire il reale stato della acque. «Ci sono pervenute denunce di numerosi bagnanti- si legge nella nota stampa a firma del presidente Codacons Campania Enrico Marchetti che annuncia la diffida- i quali hanno segnalato la presenza di sostanze inquinanti e liquami lungo il litorale, che degradano l’ ambiente, pregiudicano la natura e rappresentano un rischio per la salute pubblica». Dice ancora il presidente: «Il Codacons, sulla spinta delle denunce dei cittadini e dei turisti ha formulato agli Enti direttamente interessati, alla Procura della Repubblica ed alla Capitaneria espressa diffida affinché assumano le urgenti e necessarie iniziative per l’ accertamento delle condizioni del mare». Antonio Di Giovanni ©RIPRODUZIONE RISERVATA.