17 Luglio 2010

“Randagismo, la Regione finanzi gli interventi”

Gabriella Barchitta, responsabile dell’ ufficio per la tutela diritti degli animali del Codacons, ha incontrato ieri l’ assessore comunale all’ Ecologia e all’ Ambiente, Claudio Torrisi, per discutere della grave situazione della città per quanto riguarda il randagismo e trovare un’ intesa sulla possibilità di interveni mirati alla sterilizzazione delle centinaia di animali che girovagano liberi nel territorio. Vista l’ impossibilità economica del Comune di stanziare fondi per la sterilizzazione dei randagi, il Codacons chiede aiuto alla Regione, che stando alle dichiarazioni del Governo nazionale dovrebbe aver ricevuto delle somme destinate proprio all’ emergenza randagi nell’ Isola, emergenza che ha portato nel passato anche alla morte di alcuni cittadini. Il Codacons denuncia, altresì, che l’ Asp di Catania non ha tutti i presidi medico chirurgici per svolgere una attività clinico-chirurgica sugli animali. Visti i soldi arrivati alla Regione per questa emergenza, il Codacons chiede all’ assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo, di rendere noto quali cifre intende stanziare per l’ emergenza randagi al Comune di Catania, con quale destinazione d’ uso e con quali tempi. Come più volte sottolineato, il provvedimento più urgente da prendere riguarda la mappatura del territorio per l’ individuazione del numero esatto di randagi presenti e la loro sterilizzazione di massa. I soldi da stanziare dovrebbero, inoltre, andare a coprire una parte consistente delle spese di sterilizzazione degli animali dei privati, che visti i costi così elevati troppo spesso non riescono a sostenerli. Il Codacons attende risposte dall’ assessore regionale Russo, poiché il problema randagi è divenuto a Catania e provincia davvero drammatico, sia per gli animali e i loro diritti, sia per i cittadini. 17/07/2010

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this