17 Giugno 2012

RAI: RIENZI (CODACONS), RINNOVAMENTO E STOP A MAXI-CACHET

RAI: RIENZI (CODACONS), RINNOVAMENTO E STOP A MAXI-CACHET
LETTERA A VIGILANZA E ASSOCIAZIONI, DG SIA INTERNO ALL’AZIENDA

(ANSA) – ROMA, 17 GIU – Rinnovamento di programmi e reti, palinsesti scelti dai telespettatori, meno produzioni esterne, stop ai maxi-cachet: sono alcuni dei punti del ‘programma’ elaborato da Carlo Rienzi, presidente Codacons, candidatosi al cda Rai, esposti in una lettera inviata oggi al presidente della Vigilanza Sergio Zavoli, ai componenti della bicamerale e alle associazioni della società civile chiamate in causa dal segretario Pd Pier Luigi Bersani per individuare i candidati. “La Rai ha bisogno di trasparenza”, scrive Rienzi nel programma, pubblicato sul suo blog. Per questo propone “di rendere pubbliche le riunioni del cda con una semplice connessione con Rai.it, il portale online della Rai. I consiglieri non devono avere un ufficio a Viale Mazzini, ma intervenire solo nelle riunioni del consiglio, al fine di evitare o scoraggiare la formazione di legami impropri con i dipendenti questuanti e produttori esterni. Il direttore generale deve essere proveniente dall’interno dell’azienda possibilmente con una esperienza specifica di Rai e non di gestione di società telefoniche, deve essere un manager ma esperto di radiotelevisione e di funzione pubblica del servizio”. E ancora “i vari Santoro e Dandini”, secondo Rienzi, “devono certo tornare in Rai ma non con il ricatto di floridi contratti a produttori esterni. Gli abbonati-utenti devono poter scegliere e votare i palinsesti e trovare nuova visibilità nei programmi”. Tra gli altri punti: privilegiare l’offerta di produzioni con risorse interne e limitare le produzioni esterne; evitare di rincorrere la concorrenza privata con cachet immorali; snellire drasticamente la struttura gerarchica; rimettere al centro il merito, cambiando tutti i responsabili delle varie filiere produttive che non abbiano raggiunto gli obiettivi prefissati e sostituirli con personale interno attraverso una selezione aperta basata sui curricula e sui programmi. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox