5 Febbraio 2019

RAI: GREGORIO DE FALCO CHE PARLA DI MIGRANTI NON E’ BUON SERVIZIO PUBBLICO

 

CAPITANO FU DENUNCIATO ALLA PROCURA DI LIVORNO PER COMPORTAMENTO SCORRETTO DURANTE NAUFRAGIO COSTA CONCORDIA

Intervistando Gregorio De Falco sul tema dei migranti la Rai non ha fatto un gran servizio pubblico. Lo afferma il Codacons, commentando la partecipazione dell’ex M5S domenica scorsa al bel programma di Lucia Annunziata.
Crediamo che De Falco non sia persona adatta per parlare di naufraghi e migranti, in considerazione del ruolo da lui rivestito e del comportamento tenuto durante la notte del tragico naufragio della Costa Concordia – spiega l’associazione – L’ex capitano della Capitaneria di porto fu infatti denunciato dal Codacons alla Procura di Livorno attraverso un esposto in cui si chiedeva di fare luce su alcuni aspetti relativi alla gestione del naufragio all’Isola del Giglio. In particolare il Codacons chiedeva di verificare se sussistessero i presupposti per procedere per il reato di calunnia in relazione al fatto che De Falco avrebbe fatto intendere al Pm con cui era in contatto la notte stessa del naufragio, come il comandante Schettino avesse posto in essere una condotta volta a sottrarre il Vdr, cioè la cosiddetta ‘scatola nera. Accusa poi ritrattata da De Falco il quale, in un’annotazione di servizio il cui contenuto è stato confermato anche nel corso dell’esame durante il dibattimento, ha precisato che “erroneamente avrebbe fatto intendere che lo Schettino fosse stato sorpreso nell’intento di sottrarre il predetto strumento”.
Un comportamento questo che rende del tutto inadeguata la sua partecipazione ai programmi della tv di Stato in tema di migranti – conclude il Codacons.
Sul sito dell’associazione sono disponibili i verbali contenenti le dichiarazioni di Gregorio De Falco.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox