13 Novembre 2013

RAI: BATTUTA LA PREPOTENZA DI AUTORI, CONDUTTORI E DIRETTORI DI RETE!

    RAI: BATTUTA LA PREPOTENZA DI AUTORI, CONDUTTORI E DIRETTORI DI RETE!

    LA RAI EMANA UNA CIRCOLARE CHE, ACCOGLIENDO LE RICHIESTE DEL CODACONS, IMPONE IL RISPETTO DEL PLURALISMO NELLE TRASMISSIONI TV

    IL CODACONS VIGILERA’ SUL RISPETTO DELLE NUOVE DISPOSIZIONI E CHIEDERA’ I DANNI IN CASO DI VIOLAZIONI

    Finalmente qualcosa sembra destinato a cambiare in Rai, e una funzione sembra funzionare davvero. Molti telespettatori avevano lamentato come nell’ultimo periodo, all’interno delle trasmissioni di informazione e di approfondimento della rete di Stato, venissero invitati sempre e solo gli stessi soggetti. Il Codacons si era fatto portavoce di tali proteste, segnalando tra l’altro le costanti discriminazioni ai danni dell’associazione, rea di aver denunciato sprechi e mala gestione della Rai e per questo punita con l’esclusione totale da programmi come “Unomattina”, “La vita in diretta”, ecc.
    Una nuova circolare interna alla Rai e diramata in questi giorni, accoglie le richieste del Codacons e finalmente pone fine alla prepotenza di autori, conduttori e direttori di rete. Si legge nel documento fortemente voluto dal nuovo Direttore
    Comunicazione e Relazioni Esterne Rai, Costanza Esclapon:
    “Con riferimento al tema in oggetto, nelle more dell’emanazione dello specifico regolamento finalizzato alla disciplina delle istanze di accesso delle Associazioni dei Consumatori ai programmi Rai, si invitano Reti e Testate – nell’ottica di un costante presidio a tutela della completezza dell’informazione – ad assicurare un eguale trattamento delle diverse associazioni, garantendo una opportuna rotazione delle medesime”.
    Grazie a questa circolare ai telespettatori e agli utenti che pagano il canone verrà garantito il pluralismo dell’informazione, imposto dal contratto di servizio, e le redazioni tv non potranno più scegliere ospiti di comodo, ossia quelle associazioni di utenti che pur di essere invitate nei programmi dimenticano di denunciare le malefatte Rai.
    Il Codacons vigilerà sul rispetto delle nuove disposizioni e annuncia fin da ora l’intenzione di avanzare richieste risarcitorie nei confronti di quelle trasmissioni che non si atterranno alla nuova circolare sul pluralismo. “Speriamo solo che ora non si scateni la lobby dei giornalisti attaccando un provvedimento saggio che, tra l’altro, mette in pratica le prescrizioni del viceministro alle Comunicazioni Antonio Catricalà” – dichiara l’associazione.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox