27 Agosto 2021

RAGGI ALLA RICERCA DISPERATA DI VOTI RISPOLVERA L’AMBIENTALISMO

    PECORARO SCANIO ASTRO DECADENTISSIMO, APRA GLI OCCHI SULLA REALTÀ

    Virginia Raggi, alla disperata ricerca di voti, rispolvera l’ambientalismo appellandosi all’ex ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, sponsor di una lista ecologista a sostegno della sindaca in occasione delle prossime elezioni comunali. Proprio questo connubio e la supposta “rivoluzione ambientalista” della giunta fanno esplodere la reazione del Codacons.
    L’ambientalismo, in questa storia, appare come il classico taxi da cui si sale e si scende a piacimento. La cosa incredibile, infatti, è che in una città dove i problemi non si contano – basti pensare a quelli in materia di igiene e decoro, gestione del verde pubblico, trasporto urbano, tanto per citarne alcuni – una lista simile possa credere a una svolta “ecologista” di Virginia Raggi. In una giunta che sostituisce assessori all’ambiente uno dopo l’altro, che incassa la bocciatura dei cittadini romani in tutti i sondaggi sui servizi pubblici e che crolla in tutte le classifiche sulla qualità della vita, è davvero difficile trovare la chiave ambientalista e green che Pecoraro Scanio dice di vedere.
    Sarà, magari, la sovrabbondante presenza di animali in città – colonia magari da ampliare ulteriormente, stante il fatto che l’idea raggiana delle pecore tosaerba rimane sul tavolo – ad aver fatto ritenere a Pecoraro Scanio, che dell’ambientalismo è un astro decadentissimo, che la sindaca sia la figura ideale per un discorso ambientalista. Non lo sappiamo. Ma speriamo di cuore che Pecoraro Scanio sappia aprire gli occhi sulla reale condizione della città: non si stupisca, altrimenti, se i romani vorranno spiegargli alle urne che l’ambientalismo, quello vero, è un’altra cosa.

        Previous Next
        Close
        Test Caption
        Test Description goes like this
        WordPress Lightbox