fbpx
15 Marzo 2019

Ragazzino travolto davanti a scuola

di ANTONIO CACCAMO – VIMERCATE – «NON È POSSIBILE rischiare la vita per andare a scuola», avevano scritto 3 anni fa in una lettera gli studenti del centro scolastico di via Adda dopo che un loro compagno era stato investito da una macchina. Ma l’ altro ieri è successo ancora. Uno ragazzo è stato travolto da una jeep mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali per andare a prendere l’ autobus. Il giovane, 17 anni, è stato portato in codice giallo all’ ospedale di Vimercate. Le sue condizioni sembravano gravissime, invece se l’ è cavata con 6 giorni di prognosi, e se n’ è tornato a casa dopo gli esami e le cure. Ad investirlo è stata una donna di 39 anni che andava a Bellusco. Ha raccontano alla polizia locale di averlo visto all’ ultimo istante e di non aver fatto in tempo a frenare. IL FATTO È CHE, all’ entrata e all’ uscita da scuola, sul pezzo di strada davanti alla cittadella scolastica c’ è un caos indescrivibile. Auto, autobus, motorini, ragazzi e ragazze che camminano invadono la provinciale per Trezzo. E il pericolo è in agguato. Uno stato di cose che non piace al Codacons. L’ associazione ha annunciato all’ indomani dell’ incidente che depositerà una nomina di parte offesa e si riserva di costituirsi parte civile. «È NECESSARIO – spiega in una nota – ridurre a 30 km orari il limite di velocità nei centri abitati, come più volte da reclamato, e mettere in sicurezza le strade e gli attraversamenti pedonali, specialmente in zone vicine a scuole o asili». Il Codacons sostiene che «il luogo dell’ incidente era già stato teatro di molti altri sinistri e che quel tratto di strada fosse già considerato pericoloso. Non è stato sufficiente l’ aver provveduto alla realizzazione di strisce pedonali con sfondo rosso». Una possibile soluzione «può essere la realizzazione di attraversamenti rialzati o dossi». Succede fuori dal centro scolastico di via Adda dove ogni mattina entrano (e nel pomeriggio escono) 4000 studenti, chi a piedi, chi in corriera, chi in motorino, chi accompagnato in auto dai genitori. IL COMUNE 5 ANNI fa ha speso 270mila euro per mettere un po’ ordine alla viabilità attorno alla scuola (di cui è proprietaria la Provincia), creando corsie riservate per gli autobus, pedonali per gli studenti e più parcheggi. L’ attuale maggioranza ha colorato di rosso le strisce pedonali per renderle più visibili a chi è alla guida di un automezzo. «Sul tema – ricorda il Codacons – la giurisprudenza è costante nell’ affermare che nelle vicinanze di un attraversamento pedonale l’ automobilista debba usare massima diligenza». NON L’ HA AVUTA, pare di capire, la donna che guidava la jeep. Lo studente era da poco uscito da scuola e mentre attraversava la strada, a metà carreggiata sulle strisce pedonali, diretto alla fermata dell’ autobus, è stato urtato. Il ragazzo è caduto a terra davanti ai compagni di scuola. Chiamati i soccorsi, in pochi minuti sono arrivati un’ ambulanza di Avps, un’ automedica e gli agenti della Polizia locale. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox