24 Maggio 2015

Raccolta differenziata arrivano le telecamere

Raccolta differenziata arrivano le telecamere

• SAN GIORGIO JONICO. L’ introdu zione delle telecamere mobili per scoprire chi lascia per terra i sacchetti dell’ immondizia, ridurre la tassa sui rifiuti per chi investe nell’ antico centro storico attraverso l’ apertura di nuove attività e la riduzione della Tari (circa 30 euro) sono stati gli argomenti più discussi e interessanti dell’ ultimo consiglio comunale. Il sindaco Grimaldi ha ribadito che in prospettiva verranno installate delle telecamere mobili per scoprire chi sporca e deturpa il paese. Un servizio che ha portato grossi benefici, visto che la maggior parte della popolazione la fa quotidianamente. «Ma ci sono ancora nicchie di nuclei familiari – ha precisato il primo cittadino – che sono dure a cambiare abitudini. E per questo che metteremo le telecamere». Per l’ opposizione Silvana De Marco (Codacons) ha chiesto un controllo a tappeto sulla differenziata, verificando chi paga la tassa e chi ha ritirato la pattumella. Sugli incentivi a chi apre nuove attività commerciali nell’ antico borgo (via Corona, piazza Biasco, via Maggiore, ecc.), l’ assessore Pietro Venneri lanciò questo progetto sicuramente positivo e incoraggiante per cercare di far rivitalizzare una zona storica (già migliorata) piena di case e immobili vecchi dove potrebbero aprirsi locali, bed breakfast, bar. Il tutto facendo pagare in meno la tassa dei rifiuti per 3 anni. L’ opposizione ha avanzato anche proposte alternative. Pisanello (Idv) ha sostenuto che «può essere un impatto positivo per la ristorazione ma così si creano disparità, con zone di serie A e di serie B. Sarebbe opportuno agevolare i nuovi insediamenti riducendo gli oneri di urbanizzazione». Infine, sulla riduzione della Tari, gli schieramenti si sono divisi. Per la maggioranza è il frutto dell’ ottimo lavoro fatto sulla differenziata, che porterà anche a risparmi di 50 – 60 euro per nuclei familiari. Ma l’ opposizione ha dissentito ad eccezione di Pisanello, che ha votato a favore sulla Tari, il quale ha fatto alcune valutazioni economiche di maggiori risparmi visto che adesso non c’ è più la Soget. Silvana De Marco (Codacons): «Mi ha colpito l’ aumento per alcune attività (ristoranti, parrucchieri, bar, ecc.), che appare ingiustificato». Per il sindaco Grimaldi è minimo l’ in cremento per questi esercizi, l’ 1%. Infine Franco Farilla: «Come mai è soltanto di 200 mila euro il risparmio sulla differenziata? Dovevano essere messi a disposizione della gente 400 mila euro, a meno che non deciderete di investire sul miglioramento del servizio». >
ANGELO OCCHINEGRO

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this