25 Maggio 2008

Quotidiano Liberazione: “prevalga un sentimento di pietà“

Prima l`appello comparso sulla prima pagina del quotidiano di Rifondazione comunista, poi la lettera a Napolitano del “Movimento per i diritti civili“: è partita la campagna per la grazia ad Annamaria Franzoni, condannata in via definitiva a 16 anni per l`omicidio del figlio Samuele. Appelli alla “pietà“ e “un atto di giustizia nei confronti dei suoi bambini“ che hanno subito diviso il mondo politico tra pro, contro e chi, nel centrosinistra, propone invece una pena alternativa. Intanto lei ammette: “Ci stiamo pensando“. Campagna pro-grazia. “Non sappiamo se è colpevole o innocente, ma ora dovrebbe prevalere un sentimento di pietà. Non bisogna vergognarsi della pietà“: così venerdì il quotidiano Liberazione ha aperto la campagna per il provvedimento di clemenza alla Franzoni. Un appello subito raccolto da Franco Corbelli, leader del Movimento Diritti Civili, che ha inoltrato al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, una richiesta ufficiale di grazia “per un atto di pietà e di umanità“. “Un atto di giustizia – ha scritto – più che per la donna, nei confronti dei suoi due bambini. E` il dramma nel dramma. Un Paese civile deve raccogliere il grido di quella donna, responsabilità a parte“. Lei: “Ci sto pensando“. Mentre in lacrime si diceva “delusa da tutto“ e “con tanta rabbia in corpo“, durante un incontro in carcere con Giancarlo Mazzuca, parlamentare Pdl, Annamaria si è limitata a rispondere “ci stiamo pensando“ sull`ipotesi di chiedere la grazia. Il suo avvocato Paola Savio ha poi precisato: “Stiamo pensando a tutte le possibilità ed è ovvio che la grazia c`è. Ma per ogni opzione ci sono tempi e modalità opportune“. La politica si divide. Intanto decolla il dibattito su “grazia sì“ e “grazia no“. La bocciatura della maggioranza arriva dal sottosegretario al turismo Michela Brambilla: “Credo che se sono state prese queste decisioni evidentemente c`erano i presupposti. Rispetto pienamente il lavoro della magistratura“. Pollice verso anche dall`ex assessore alla Cultura di Milano Vittorio Sgarbi: “Occorre rispettare le sentenze“. Nel centrosinistra c`è invece chi più che la Grazia, propone a una pena alternativa. Come l`ex-presidente della Commissione per la Riforma del Codice Penale, Giuliano Pisapia, per il quale sarebbe meglio la commutazione della pena in detenzione domiciliare prevista dalla Costituzione: non metterebbe in discussione la sentenza di condanna in via definitiva e risponderebbe alle esigenze di natura umanitaria. “Il carcere per la Franzoni lo considero non solo inutile, ma controproducente – spiega – sia del punto di vista della rieducazione che dal punto di vista umanitario“. Dello stesso parere l`ex-senatore del Prc, Salvatore Bonadonna: “Nel caso della Franzoni come in altri casi simili vanno individuate soluzioni non carcerarie, ma riabilitative“. Anche l`ex-sottosegretario alla Giustizia Luigi Manconi definisce “opportuna“ la detenzione domiciliare per restituire la Franzoni a una situazione di ordinarietà indispensabile per chi ha figli minori. Inoltre “il suo caso è uno di quelli che meglio manifestano l`inutilità della detenzione in carcere – ha aggiunto -. Se colpevole, il delitto evidentemente è stato commesso in una condizione di grave alterazione mai più ripetibile“. E pure per l`eurodeputata del Ps, Pia Locatelli “bisogna individuare soluzioni alternative per la Franzoni senza vergognarsi di essere umani“. Dal canto suo, l`associazione consumatori Codacons ricorda invece che “se si sceglie di avviare una campagna in favore delle madri separate dai figli, deve valere per tutti e non solo per chi ha goduto del processo pubblico a Porta a Porta“. Striscioni e sondaggi. Mentre all`esterno del carcere Dozza di Bologna, dove Annamaria è rinchiusa da mercoledì, compariva un terzo striscione di solidarietà alla mamma di Samuele (“Non esiste nessuna prova e neppure l`arma del delitto“), intanto il 78% dei partecipanti a un sondaggio di Sky Tg24 diceva “no“ alla grazia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox