fbpx
11 Aprile 2017

Quest’anno le uova di Pasqua sono “salate”

Quest’anno le uova di Pasqua sono “salate”
A causa della crisi dei
produttori di cacao il prezzo è salito del 7%. Ma secondo Codacons i
rincari coinvolgeranno tutti i prodotti tipici

Le uova e le colombe saranno squisite ma di certo costose: l’importo dello scontrino per la spesa pasquale aumenta del 4,5% rispetto allo scorso anno. Secondo Codacons, l’associazione dei consumatori, i rincari coinvolgeranno tutti i prodotti tipici ma, nonostante gli aumenti, gli italiani non rinunceranno alla loro fetta di colomba: otto famiglie su 10 opteranno per un menu casalingo basato sulle ricette tradizionali.

La spesa stimata dall’associazione è di 1,1 miliardo di euro solo per il giorno di Pasqua, insomma, un trionfo di agnello, salumi e uova. In particolare, le uova di cioccolata saranno almeno 31,7 milioni e le colombe
circa 27 milioni. “La spesa delle famiglie per la le festa di Pasqua -spiega Carlo Rienzi, presidente di Codacons- subirà quest’anno un sensibile incremento rispetto al 2016, dovuto essenzialmente alla raffica di rincari che da inizio 2017 ha interessato il comparto alimentare, a causa del maltempo e delle speculazioni.

A pesare anche il caro-carburante, con effetti a catena sui prodotti trasportati e in generale sui listini al dettaglio”.

Sul fronte delle carni animali, il rincaro maggiore riguarda il coniglio: il prezzo cresce del +15% rispetto allo scorso anno. A seguire spuntano l’abbacchio (+3%) e il salame corallina, tipico prodotto del Centro Italia (+4%). Passando dal secondo piatto al dolce, invece, il costo di un uovo di Pasqua medio aumenta del +7% e la colomba classica del +6%. L’importo della classica confezione da sei uova cresce del +2%.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox