20 maggio 2018

Punte sopra quota 1, 8 euro al litro

Punte sopra quota 1, 8 euro al litro, e altri sensibili rialzi sono attesi per i prossimi quattro giorni. A pesare sul prezzo della benzina, racconta l’ Ansa, è la nuova fiammata delle quotazioni dei prodotti petroliferi nel Mediterraneo, anche se il petrolio si mantiene più o meno stabile. Si rafforza ulteriormente, di conseguenza, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina, che è pari a 1,620 euro al litro, con i diversi marchi che vanno da 1,623 a 1,634 (no-logo a 1, 597). Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,492 euro, con le compagnie che passano da 1,494 a 1, 517 (no-logo a 1,472). Un vero e proprio salasso avviene poi nei distributori in modalità servita: per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,744 euro al litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,720 a 1,805 (superando così la soglia di 1,8 euro), mentre per il diesel la media è a 1,619 euro, con i punti vendita delle compagnie da 1,609 a 1,678 (no-logo a 1,512). Il Gpl, infine, va da 0,632 a 0,657 euro al litro (no-logo a 0,624). Nel caso limite, quindi, per un pieno di verde di un’ auto di media cilindrata (pari a 50 litri), ci vogliono la bellezza di 90 euro, mentre per il diesel ne sono necessari 84. Nel complesso, denuncia il Codacons, per una famiglia media si prospetta una «stangata da 408 euro».