11 Dicembre 2012

Pulizia nella Formazione, la Sicilia ci riprova 11 dopo

Pulizia nella Formazione, la Sicilia ci riprova 11 dopo

 

‘Gia’ nel luglio del 2001 il Codacons, insieme al Movimento dei ribelli rompiscatole, aveva gia’ presentato un esposto alla Corte dei Conti relativamente alla formazione, un esposto dettagliato con nomi e cognomi di politici e familiari coinvolti nella vicenda’. Lo afferma il presidente regionale del Codacons Sicilia, l’ avvocato Giovanni Petrone. ‘La denuncia del Codacons – continua Petrone – oggi e’ ritornata alla ribalta grazie alla trasmissione televisiva ‘Report’ e vigileremo affinche’ cio’ che e’ avvenuto fino ad oggi non accada nei prossimi anni. Appoggiamo l’ iniziativa del presidente della Regione Rosario Crocetta nel voler fare immediatamente pulizia nella formazione siciliana e siamo pronti ad offrire la nostra disponibilita’ attraverso i nostri legali ed esperti’. Anche il segretario della Cisl Sicilia, Maurizio Bernava, e’ intervenuto sulla vicenda dei pagamenti agli enti della formazione professionale al centro, prima del servizio di Report, poi delle decisioni del governatore Rosario Crocetta, che ha annunciato di voler “bloccare i pagamenti nei confronti di associazioni, enti, cooperative, societa’ che gestiscono la formazione e siano riconducibili a deputati regionali e a loro parenti prossimi”. Per Bernava, al di la’ della denuncia e della segnalazione all’ autorita’ giudiziaria da parte del governo regionale, vanno ‘rescissi i contratti con le societa’ individuate e riaffidato ad altri soggetti, in forma pubblica, il servizio, garantendo la tutela dei livelli occupazionali’.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox