6 Novembre 2020

Puglia, scuole chiuse ma il Tar sospende l’ ordinanza: ‘Non coerente con il Dpcm’

La Puglia, secondo il nuovo Dpcm in vigore da oggi venerdì 6 ottobre 2020, è considerata zona arancione e quindi con un rischio di contagio da Coronavirus a media criticità. Nella Regione è prevista la dad – didattica distanza – per tutte le scuole di ogni ordine e grado sul territorio regionale, ad eccezione dei servizi per l’ infanzia con un intervento più restrittivo rispetto a quello previsto dall’ ultimo Dpcm. Tale decisione però, presa dal presidente delle Regione, non sarebbe coerente con il nuovo Dpcm. Infatti il Tar lamenta che il decreto colloca la Puglia in zona arancione, “ma persino per le aree ad alta criticità prevede la didattica in presenza nelle scuole elementari”, mentre nella Regione Puglia non è così. Il Tar della Puglia ha così accolto la richiesta di sospensione dell’ ordinanza del presidente della Regione che da fine ottobre ha disposto la didattica integrata per tutte le scuole di ogni ordine e grado sul territorio regionale. Lo rende noto il Codacons di Lecce che, con un gruppo di genitori, aveva presentato ricorso. Per Terza Sezione del TAR di Puglia “l’ ordinanza interferisce, in modo non coerente, con l’ organizzazione differenziata dei servizi scolastici disposta dal sopravvenuto DPCM 3 novembre 2020”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox