28 Gennaio 2020

Psicosi virus, mascherine esaurite Federfarma: arriveranno presto

Più che un allarme una forma di psicosi collettiva che ha spinto molti viaggiatori a premunirsi di scorte sufficienti di mascherine protettive, tanto da esaurire le forniture di molte farmacie. Federfarma, l’ associazione di categoria dei farmacisti, rassicura: le scorte dei produttori ci sono e presto i rifornimenti ai presidi saranno garantiti. È l’ effetto, questo sì concreto, dell’ allarme per il diffondersi del corona virus dalla Cina. Alcune farmacie, con l’ infittirsi di richieste, hanno dovuto anche esporre cartelli per mettere in guardia i pazienti: ” Mascherine esaurite”. Come ha spiegato all’ Ansa la responsabile Comunicazione di Federfarma Roma Laura Cesaroni, a fare richiesta delle mascherine «sono soprattutto persone in partenza e dirette in aeroporto, oltre ai turisti » . Federfarma conferma che si tratta di una preoccupazione che si è propagata senza controllo: «È scattata una sorta di psicosi, come già accadde ai tempi della Sars, quando andarono esauriti in breve tempo gli igienizzanti per le mani». Il meccanismo dei rifornimento dovrebbe consentire in breve tempo di superare il buco venutosi a creare e « le mascherine dovrebbero tornare disponibili a breve, già nelle prossime ore. Ogni farmacia, infatti, si rifornisce almeno da tre o quattro depositi diversi che effettuano le consegne due volte al giorno. Ed è impossibile che i magazzini abbiano già esaurito le scorte». In aereoporto e allo Spallanzani si è piena attuazione del protocollo di emergenza. Nell’ eventualità di un caso sospetto, scatta la procedura di isolamento e verifica delle condizioni del paziente. L’ istituto romano, del resto, insieme con l’ ospedale Sacco di Milano, è centro di riferimento nazionale. In apprensione per le notizie provenienti dalla Cina e con l’ obiettivo di convogliare in patria risorse per la cura e la prevenzione anche la comunità cinese romana ha annullato i festeggiamenti del Capodanno. Di fronte alle disdette di viaggi programmati, il Codacons ha invece diffuso un vademecum per istruire i viaggiatori sulle procedure di rimborso dei costi sostenuti e per mettere in guardia su eventuali penali richieste dalle agenzie. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox