8 Marzo 2019

Protesta pastori sardi: accordo sul prezzo del latte a 74 cent

 

Sul prezzo del latte si è trovato l’accordo a 74 centesimi al litro. “Dopo l’approvazione del decreto legge in Cdm per la crisi del settore lattiero caseario e ovi-caprino, oggi un’ottima notizia dal tavolo del latte che si è appena concluso a Sassari. È stato finalmente trovato l’accordo sul prezzo del latte tra pastori e trasformatori a 74 centesimi, con l’impegno di un conguaglio a novembre in base al prezzo di mercato del pecorino romano. È la dimostrazione che quando ci si siede a un tavolo con spirito costruttivo si raggiungono importanti traguardi. Posso assicurare che quello di oggi è solo l’inizio. Andiamo avanti e ci mettiamo a disposizione, lavorando in modo serio sull’organizzazione dell’intera filiera e il rilancio del settore come ho sempre promesso”. E’ quanto dichiara il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, sen. Gian Marco Centinaio.
Codacons: è accordo al ribasso

“Un accordo al ribasso che tuttavia non deve avere ripercussioni per i consumatori finali”. Lo afferma il Codacons, commentando l’accordo raggiunto tra le parti sul prezzo del latte.
“Il prezzo individuato è ancora molto lontano da quanto chiedevano i pastori, e non può essere interpretato come una buona notizia perché certamente non sana le gravi alterazioni che hanno caratterizzato il mercato del latte negli ultimi anni, grazie allo strapotere dell’industria – spiega il presidente Carlo Rienzi –. Ora, però, occorre prestare massima attenzione ai listini al dettaglio di tutti i prodotti derivati dal latte, per evitare che il maggior equilibrio nella filiera produttiva venga scaricato dalle aziende sui consumatori finali, attraverso un rincaro dei prezzi. In tal senso il Governo deve vigilare per evitare che siano gli utenti a pagare il conto delle distorsioni nel mercato del latte” conclude il presidente Codacons.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox