28 Dicembre 2011

PROTESI AL SENO: L’ISTITUTO EUROPEO DI ONCOLOGIA IMPIANTO’ LE PIP ALLE PAZIENTI ANCHE NEL 2000-2001 QUANDO IL SUO DIRETTORE ERA MINISTRO DELLA SALUTE?

    PROTESI AL SENO: L’ISTITUTO EUROPEO DI ONCOLOGIA IMPIANTO’ LE PIP ALLE PAZIENTI ANCHE NEL 2000-2001 QUANDO IL SUO DIRETTORE ERA MINISTRO DELLA SALUTE? IL CODACONS CHIEDE CHIARIMENTI AL MINISTRO BALDUZZI COME MAI NEL 2000 NESUNA CAUTELA FU ADOTTATA IN QUELLO E NEGLI ALTRI ISTITUTI? E COME MAI PROPRIO NEL 2001 FU CAMBIATO IL GEL DI SILICONE NELLE PROTESI INCRIMINATE SENZA CHE NESSUNO AL MINISTERO SE NE ACCORGESSE?

     
    Il Codacons torna oggi sul caso delle protesi al seno pericolose prodotte dalla Pip. Vogliamo avere alcuni chiarimenti dal Ministro della Salute Balduzzi – spiega l’associazione – In particolare l’Istituto Europeo di Oncologia, che ha ammesso l’utilizzo delle protesi incriminate, ne ha fatto uso anche nel periodo 2000-2001, quando cioè il suo direttore scientifico Umberto Veronesi era anche Ministro della Salute?
    E come mai nel 2000, nonostante la Fda (Food and Drug Administration) avesse già segnalato difetti ad altre protesi Pip, nessuna cautela fu adottata in quell’istituto e nelle altre strutture che utilizzavano i prodotti dell’azienda francese?
    Come è stato possibile nel 2001 modificare il gel di silicone delle protesi Pip senza che nessuno al Ministero della Salute se ne accorgesse?
    “Vogliamo sapere se fin dal 2000 vi siano state carenze od omissioni da parte delle autorità sanitarie italiane in relazione ai controlli e alla vigilanza, che abbiano portato alla situazione attuale, mettendo a rischio la salute di migliaia di donne” – dichiara il Presidente Carlo Rienzi.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox