8 Settembre 2015

PROSTITUZIONE: ROMA; ALLO STUDIO MULTE SALATE A CASA CLIENTI

    PROSTITUZIONE: ROMA; ALLO STUDIO MULTE SALATE A CASA CLIENTI

    CODACONS: MISURA INUTILMENTE PUNITIVA, NON RISOLVE PROBLEMA. MULTE RISPETTINO PRIVACY O PRONTI A RICORSI

    Non piace al Codacons il provvedimento annunciato dal vicecapo di gabinetto del sindaco Marino, Rossella Matarazzo, relativa alle multe recapitate a casa dei clienti delle lucciole.
    “Si tratta di una misura inutilmente punitiva, che non risolverà il problema della prostituzione a Roma – spiega il Presidente Carlo Rienzi – La questione da affrontare con urgenza, semmai, è quella del degrado delle strade dove operano le prostitute ad ogni ora del giorno e della notte, e lo sfruttamento da parte della malavita organizzata. Problemi che non si risolvono certo multando i clienti”.
    Ma per il Codacons si apre anche un altro fronte delicatissimo, quello della privacy. “Non sappiamo quale forma avranno le contravvenzioni annunciate dalla Matarazzo, ma una cosa è certa: dovranno essere del tutto neutre e non riportare all’esterno la motivazione della sanzione. In caso contrario, saranno inevitabili i ricorsi contro il Comune per violazione della privacy dei cittadini” – conclude Rienzi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox