16 Giugno 2014

“Proseguire le indagini sui vaccini esavalenti”

“Proseguire le indagini sui vaccini esavalenti” 

Per il Codacons è un enorme spreco di denaro pubblico: «Centoventi milioni di euro l’ anno, che finiscono nelle tasche di una casa produttrice dei medicinali». Per la procura di Torino, una delle tante a cui il Codacons si era rivolto per bloccare la diffusione dei vaccini pediatrici esavalenti, non ci sono estremi di reato. Ma il tribunale, in questi giorni, ha deciso di diversamente. Il gip Gianni Macchioni, infatti, a accolto l’ istanza di opposizione all’ archiviazione, presentata dall’ associazione, e ha ordinando ai magistrati di proseguire nelle indagini. Storia complicata e che si trascina da anni quella dei vaccini pediatrici. Per legge – salvo decisioni diverse delle Regioni – quattro sono obbligatori: l’ antidifterite, l’ antitetanica, l’ antipoliomelite e l’ antiepatite virale B. «In realtà, però, ai pazienti viene somministrato l’ esavalente, che ne contiene due in più: quello per la pertosse e per le infezioni da Haemophilus influenzale di tipo b» dicono al Codacons. Che, negli anni ha chiesto più volte all’ Aifa – l’ agenzia del farmaco – di bloccarne l’ autorizzazione. «Perchè siamo di fronte ad un abuso» tuona Carlo Rienzi. Che spiega: «Se una famiglia volesse far praticare al figlio soltanto i quattro vaccini obbligatori dovrebbe diro con congruo anticipo alle Asl. Che devono procurarsi quattro flaconi diversi, e poi praticare al bambino quattro punture. Se non dice nulla viene fatta una sola iniezione di esavalente. Il vantaggio per i pazienti sembra ovvio. In realtà con questa pratica si favorisce un’ azienda farmaceutica. Ed è una pratica che non ha fondamento giuridico». Per bloccare quello che al Codacons chiamano «il più grosso spreco nel servizio sanitario nazionale» l’ associazione si è rivolta anche al Tar. Per ora soltanto dalla procura Torino è arrivata una risposta. Che, però, è positiva soltanto a metà.
lodovico poletto
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox