16 Gennaio 2006

Proposta dell`Antitrust, i farmacisti fanno quadrato

“Medicine nei supermercati“

Proposta dell`Antitrust, i farmacisti fanno quadrato

Le Associazioni dei Consumatori appoggiano la linea di Catricalà “Gli sconti sono poco praticati“

ROMA. Si riaccende il dibattito sugli sconti per i farmaci di fascia C da parte delle farmacie, secondo quanto previsto dal decreto del ministro Storace, dopo la proposta dell`Antitrust di prevedere la vendita dei medicinali senza obbligo di prescrizione nei supermercati, ma con la supervisione di un farmacista. Gli sconti, denunciano le Associazioni dei consumatori, sono in realtà poco praticati, ma la risposta dei farmacisti non si fa attendere: i prezzi elevati non dipendono dalle farmacie e la vendita nei supermercati sarebbe rischiosa per la salute dei cittadini. Un tema caldo sul quale è ritornato anche il ministro Storace, che ha sollecitato l`applicazione degli sconti ricordando che il ministero aprirà un tavolo sul prezzo dei farmaci. A riaprire il dibattito sono state oggi le proposte avanzate dal presidente dell`Autorità per la concorrenza, Antonio Catricalà: liberalizzazione della vendita dei farmaci senza obbligo di prescrizione, ma anche nuove misure per ridurre la spesa nazionale. Proposte delle quali i farmacisti discuteranno con l`Autorità in un incontro fissato fra dieci giorni. Farmaci nei supermercati. Dall`Autorità per la concorrenza, che ritiene insufficienti gli sconti praticati e su questo tema ha inviato una relazione a governo e Parlamento, arriva una sollecitazione a consentire la vendita dei medicinali da banco (che non richiedono la prescrizione medica) anche nei supermercati: “Ma con le dovute cautele. Nei supermercati – spiega Catricalà – si potrebbero creare delle aree ad hoc da affidare anche alla supervisione di un farmacista“. L`Antitrust propone anche di imporre ai medici di prescrivere solamente il principio attivo e la dose, ma non il nome del farmaco. Per limitare la spesa nazionale, poi, la proposta dell`Autorità è quella di prevedere l`uso di confezioni monodose per i singoli farmaci, anche al fine di evitare gli sprechi. Cambiamenti che, secondo Catricalà, richiederebbero pure la trasformazione della struttura di retribuzione per i farmacisti, prevedendo un guadagno in base al numero dei pezzi venduti e non in base al valore del prodotto. Codacons e Federfarma. Soddisfatti i consumatori per la proposta di vendita dei farmaci da banco nei supermercati, ma i farmacisti ribadiscono il proprio no sottolineando i rischi che ciò comporterebbe per la salute dei cittadini. Chiara la posizione del Codacons: “Dopo varie esternazioni in favore della vendita dei farmaci nei supermercati, Catricalà farebbe bene a passare dalle parole ai fatti varando provvedimenti in favore della liberalizzazione della vendita dei medicinali“. I consumatori, è la riposta di Federfarma, “hanno ragione a protestare perché il prezzo dei farmaci C è elevato. Ma bisogna fare chiarezza: il prezzo elevato dei farmaci C non dipende dalle farmacie“ poichè “va regolato a monte, nel momento cioé in cui viene fissato dal produttore“. Quanto alla proposta di portare i farmaci nei supermercati, “strumenti come gli sconti e le modalità di vendita in self-service sono strumenti tipici di promozione commerciale che rischiano – avverte Federfarma – di aumentare i consumi e distorcerli“ e “anche ipotizzare una generica supervisione da parte di un farmacista non costituisce una tutela sufficiente per la salute“. Nel dibattito interviene anche il ministro Storace, che richiama le farmacie all`applicazione degli sconti e afferma: “Il tavolo sulla formazione del prezzo dei farmaci sarà aperto dal Ministero, e Federfarma sarà benvenuta alla discussione non appena vedremo fatti concreti relativi agli sconti“. E saranno resi noti proprio in settimana i primi dati sugli sconti praticati sui farmaci in un campione di farmacie italiane. Secondo quanto si è appreso da fonti dell`Agenzia italiana del farmaco, rispetto a pochi mesi fa si sarebbe rilevata una inversione di tendenza, cioé un aumento degli sconti praticati.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox