21 Agosto 2002

Proposta Codacons per ridurre le attese ai caselli dell`A18

«Se c`è la fila niente pedaggio»

Proposta Codacons per ridurre le attese ai caselli dell`A18

E` tornato, seppur lentamente, ad essere regolare il trafifico lungo le strade e le autostrade dopo il lungo ponte di ferragosto che per molti ha segnato la fine delle vacanze. Sono scomparse le code chilometriche che si erano formate ai caselli di San Gregorio negli ultimi tre giorni, in particolare due giorni fa, la sera di domenica, quando in direzione Catania le colonne di auto hanno raggiunto gli 8 chilometri con attese di oltre un`ora per il pagamento del pedaggio. Ieri mattina, così come nel pomeriggio la fila è stata localizzata solo nei piazzali, il traffico lungo tutta la strada dove sono transitate decine di migliaia di automobili è rimasto intenso, ma scorrevole.
Le code ai caselli dei giorni scorsi hanno spinto il Codacons Sicilia a prendere posizione: con una lettera inviata ai prefetti di Catania e Messina l`associazione dei consumatori ha chiesto di eliminare le lunghe code ai caselli autostradali della A18 (Messina-Catania) evitando, nei momenti di maggior traffico, il pagamento del pedaggio.«Le lunghe code – scrive in una nota l`avvocato Nello Pogliese dell`ufficio legale regionale del Codacons Sicilia – sono determinate dall`attesa per il pagamento del pedaggio e il ritiro del biglietto all`ingresso. Il traffico, specie nei mesi estivi raggiunge punte di maggiore intensità proprio nella seconda decade di agosto e le code determinano attese di alcune ore sotto il sole. Considerate la ben nota carenza dell`esercizio ferroviario e l`elevato costo del biglietto aereo per chi deve varcare lo Stretto, l`automobile resta l`unico mezzo economico per la famiglia. Le file – continua l`avvocato Nello Pogliese – a causa del caldo intenso all`interno delle automobili, possono essere assai novice per bambini, anziani e malati».
E in merito il Codacons Sicilia ha chiesto al prefetto, limitatamente al periodo di maggiore intensità di traffico, di fare in modo di accertare anzitutto che i caselli funzionino tutti simultaneamente e, per ragioni di sicurezza e ordine pubblico, di impedire, quando il traffico è particolarmente intenso, il pagamento del pedaggio in modo da smaltire le code. «Per il futuro – conclude l`avv. Pogliese – il Codacons Sicilia si farà promotore di opportune iniziative affinché venga reso obbligatorio per tutte le automobili la dotazione del Telepass senza che vi sia la necessità, come oggi purtroppo accade, del conto corrente bancario ove addebitare i pedaggi e le relative commissioni».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this