26 Marzo 2013

«Pronto a restituire i soldi»

«Pronto a restituire i soldi»

ANAGNI – E’ disposto a restituire 550mila euro, l’ ex capogruppo del Pdl regionale Franco Fiorito, comparso ieri mattina di nuovo davanti al gup del tribunale di Roma Rosalba Liso per difendersi dall’ accusa di peculato. La richiesta di restituzione della consistente somma è stata presentata al termine dell’ udienza dai legali dell’ ex sindaco di Anagni, Carlo Taormina ed Enrico Pavia, e il giudice si è riservato di decidere a breve. Fiorito, che si trova ai domiciliari dal 27 dicembre dopo l’ arresto avvenuto il 2 ottobre 2012 con l’ accusa di essersi appropriato di circa 1 milione e 400mila euro destinati al gruppo Pdl, è stato interrogato per tre ore, nel corso delle quali ha spiegato al giudice il meccanismo di assegnazione dei fondi destinati ai diversi gruppi presenti in Consiglio regionale, ribadendo di non aver mai utilizzato risorse pubbliche a fini personali. «Sono stati chiariti alcuni aspetti dell’ indagine – ha commentato l’ avvocato Pavia a fine udienza – che andavano approfonditi e abbiamo ripercorso i meccanismi di ripartizione dei fondi». La prossima udienza si terrà l’ 8 aprile, quando il gup Liso dovrà anche decidere se accogliere la richiesta di processare Fiorito con il rito abbreviato, presentata dalla difesa, che in caso di condanna prevede lo sconto di un terzo della pena. Il processo, ini ziato lo scorso 14 febbraio, vede come parte civile i consiglieri del Pdl in carica fino alle dimissioni del presidente Renata Polverini, conseguenti proprio allo scandalo dei fondi che ha registrato anche l’ arresto del capogruppo Idv Vincenzo Maruccio (la nuova assemblea si è insediata proprio ieri). Parte civile anche l’ associazione Codacons che chiede chiarezza L’ ex capogruppo del Pdl Franco Fiorito, a sinistra la Regione Lazio sull’ uso dei soldi pubblici da parte dell’ amministrazione regionale del Lazio. All’ ex capogruppo del Popolo della Libertà viene contestato un uso smodato dei finanziamenti destinati all’ attività politica del partito, con la Guardia di Finanza che nei mesi scorsi ha sequestrato i beni di Fiorito e numerosi conti correnti.

daniela pesoli

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox