fbpx
18 Luglio 2018

Profumo e Viola a processo Contro ex vertici 3mila soci

Si è aperto ieri al Tribunale di Milano il processo a due ex vertici di Mps, Alessandro Profumo e Fabrizio Viola, sospettati di manipolazione dei prezzi e di false comunicazioni in una transazione contabile derivata. Profumo, attuale Ad del gigante italiano dell’ aeronautica e della difesa Leonardo, era all’ epoca presidente di Mps e direttore generale di Viola. Circa 3.000 piccoli azionisti dell’ istituto senese hanno fatto domanda per costituirsi parte civile, così come varie associazioni di consumatori, come Confconsumatori e Codacons. Il caso riguarda il presunto errato riconoscimento dei derivati Alessandria e Santorini nei bilanci della banca dal 2011 al 2014. Tra gli imputati figura anche Paolo Salvadori, ex presidente del collegio sindacale della banca senese. Il 6 aprile scorso un procuratore di Milano aveva chiesto il proscioglimento degli indagati, ma il gup ha deciso il rinvio a giudizio lo scorso 27 aprile. All’ epoca Profumo si era detto «sereno riguardo alle scelte fatte quando era in Mps», secondo una fonte vicina al manager contattata dall’ Afp. Il processo proseguirà il 16 ottobre prossimo, quando si discuterà proprio sulle richieste presentate ieri, mentre nell’ udienza successiva, il 6 novembre, l’ avvocato difensore di Paolo Salvadori ha anticipato che solleverà questione di competenza territoriale.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox