fbpx
30 Giugno 2011

PROCESSO QUOTE LATTE: LA CORTE D’APPELLO DI TORINO ACCOGLIE IL RICORSO DELLA PUBBLICA ACCUSA E DEL CODACONS

    PROCESSO QUOTE LATTE: LA CORTE D’APPELLO DI TORINO ACCOGLIE IL RICORSO DELLA PUBBLICA ACCUSA E DEL CODACONS
      CONTESTATA AGLI IMPUTATI OLTRE ALLA TRUFFA AI DANNI DELLO STATO, DELLA COMUNITA’ EUROPEA E DELLA REGIONE ANCHE L’ASSOCIAZIONE A DELINQUERE PER LA QUALE IN PRIMO GRADO TUTTI GLI IMPUTATI ERANO STATI ASSOLTI
     

    GLI IMPUTATI TRA CUI IL SENATORE DELLA LEGA ROBUSTI, IDEATORE E FONDATORE  DELLE COOPERATIVE SAVOIA, CONDANNATI AL RISARCIMENTO DEL DANNO E ALLE SPESE DI LITE DEL DOPPIO GRADO DEL PROCESSO. SCANDALOSA LA REVOCA DELLA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE  DELLA REGIONE

     

    Tre anni di processo a Saluzzo.
    Due a Torino dove dopo tre ore e mezza di camera di consiglio la Corte D’Appello sez. II, rel. Pres. Maccario, conferma la sentenza di primo grado ed anzi in parziale riforma accoglie l’appello del Procuratore Generale Tommasini e del Codacons.
    Anche l’associazione a delinquere tra i reati per i quali arriva la condanna degli imputati (tra tutti il sen. della lega Robusti) già condannato in primo grado anche alle pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici.
    Ricordiamo il processo a Saluzzo, celebrato contro le cooperative Savoia, organismi creati ad arte per eludere il sistema delle quote latte e non pagare allo Stato ed agli altri enti pubblici il prelievo supplementare per la produzione in eccesso di latte. Contro le normative comunitarie con grave danno erariale, anche per le sanzioni comminate allo Stato Italiano dalla CE, ed alla concorrenza con ricadute sugli allevatori che hanno invece rispettato le regole e sui consumatori che tale regime di illegalità hanno subito anche in termini di minori contributi comunitari in ambito agricolo ed economico.
    Per l’avv. Tiziana Sorriento è una vittoria della legalità, è il riconoscimento di un ruolo fondamentale del mercato e dei consumatori   e dell’agire del consumatore, non solo in una “scontata” dimensione economica, bensì commisurata alla sua capacità di prendere decisioni in base a bisogni e desideri legati alla qualità dell’esistenza.
    Inspiegabile il dietrofront del governatore Cota. La scelta della revoca , è già oggetto di un esposto alla corte di conti. La sentenza della corte penale sabauda offrirà alla Procura della Corte dei conti ulteriori elementi di valutazione.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox