27 Dicembre 2010

Prima Class Action in Italia accolta dal Tribunale di Milano

(Sesto Potere) – Milano – 27 dicembre 2010 – Clamorosa decisione del Tribunale di Milano (vedi foto a lato)  che ha accolto la class action del Codacons contro la Voden Medical Instruments SPA, ideatrice e distributrice del test “ego test flu”, che permetterebbe la rilevazione, fai da te, della presenza dell’influenza A e B, compresa quella suina e aviaria.

È la prima volte che in Italia viene ammessa un’azione collettiva, il Codacons soddisfatto aspetta a questo punto l’esito del giudizio e invita tutti coloro che hanno acquistato un “ego test flu’ a contattare l’associazione che predisporrà una procedura ad hoc per raccogliere le adesioni.

“Siamo soddisfatti, è una decisione storica per il sistema giudiziario italiano’, ha commentato il Presidente Codacons, Carlo Rienzi. “Il Tribunale di Milano – ha proseguito Rienzi – ha fissato i termini: per la prima volta chi ha comprato questo test potrà ottenere pieno risarcimento senza dover adire le vie legali’.

L’associazione si augura che a questa decisione del Tribunale di Milano faccia seguito, a stretto giro, quella attesa dal Tribunale di Roma in merito alla class action sulle commissioni di massimo scoperto contro Unicredit.

Dal dispositivo, emesso dall’ottava sezione civile del Tribunale di Milano, Presidente Perozziello, in merito al ricorso presentato dal Codacons nei confronti della Voden Medical Instruments S.p.A., si deduce che la prima class action italiana è stata ammessa ai sensi dell’art. 140 bis, comma 2 lettera c del Codice del Consumo, che tutela “i diritti identici al ristoro del pregiudizio derivante agli stessi consumatori e utenti da pratiche commerciali scorrette o da comportamenti anticoncorrenziali’.

Dunque, secondo il Tribunale di Milano, la Voden Medical Instruments potrebbe essere condannata a risarcire gli acquirenti del test fai da te contro l’influenza suina, per aver messo in atto pratiche commerciali scorrette consistenti in una pubblicità del prodotto con enfatizzazione di qualità e caratteristiche che invece il prodotto non possedeva. Tali pratiche hanno, infatti, convinto decine di migliaia di consumatori ad acquistare un tipo di prodotto sul quale lo stesso Ministro della Salute Fazio, a suo tempo, dichiarò: “I test a casa non servono a niente, l’unica diagnosi affidabile è quella del medico”. Mentre tale ricorso è stato, invece, dichiarato inammissibile, ai sensi del comma 2 lett.c del medesimo articolo del Codice del Consumo, per quanto riguarda la domanda relativa alla messa in commercio del test “ego test flu”.

Il Codacons fa sapere che nei prossimi giorni renderà noti i requisiti e tutti i dettagli necessari per aderire alla domanda di risarcimento.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this