13 Gennaio 2003

`Prigionieri della tormenta? Potete chiedere il risarcimento`

Il Codacons sull`episodio avvenuto lungo la E45

`Prigionieri della tormenta? Potete chiedere il risarcimento`



Il Codacons fa sapere che gli automobilisti rimasti “prigionieri“ della tormenta di neve nella notte tra il 6 e 7 gennaio sulla strada E45 di Pieve S.Stefano, in provincia di Arezzo, senza che nessun veicolo dell`Anas si facesse vedere fino alle 8,30, possono chiedere il risarcimento danni. In quelle ore molte auto rimasero bloccate formando un serpentone di circa 10 chilometri. “Se effettivamente la situazione – si legge in un comunicato dell`associazione dei consumatori – è stata sbloccata solo grazie all`intervento, durante la notte, delle forze dell`ordine e dei vigili del fuoco, è evidente che un eventuale inadempimento dell`Anas in quel tratto di strada, darebbe la possibilità agli automobilisti di adire per le vie legali per ottenere un risarcimento del danno per la situazione di angoscia e di stress a cui sono stati sotoposti durante la nottata“. Il Codacons – al quale risulta che anche modenesi sarebbero rimasti bloccati – è convinto che si sia “trattato di una situazione di effettivo pericolo per la salute degli automobilisti“ ed invita coloro che vogliono adire per vie legali, a mettersi in contatto al più presto con l`associazione per inoltrare la richiesta. Infine, lo stesso Codacons invierà un esposto alla procura della repubblica “affinchè verifichi se vi siano stati effettivamente fatti penalmente rilevani“. Info: 051 380540.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox