7 Marzo 2016

Prezzi più cari alla Buvette della Camera: caffè a 90 cent e cornetto 1,20. E niente mandorle gratis

Prezzi più cari alla Buvette della Camera: caffè a 90 cent e cornetto 1,20. E niente mandorle gratis
Si può davvero parlare di vita più cara per parlamentari, cronisti e dipendenti? Per il Codacons: “Restano ancora troppo bassi”

Da oggi caffè e aperitivi alla buvette di Montecitorio saranno più cari. Lo storico bar di Montecitorio alza da oggi i prezzi di molti prodotti: il caffè passa da 80 a 90 centesimi, il cornetto da un euro a 1,20, i mignon da 60 centesimi a 80 centesimi. Cresciuto anche il prezzo del prosecco che da oggi costerà 4 euro e degli apertivi alcolici che costeranno 4,50 euro. Non solo. Anche le mandorle salate, tra gli snack più “amati” non solo dai parlamentari, hanno subito una “stretta”: verranno servite gratuitamente esclusivamente come accompagnamento all’aperitivo. Chi le vorrà al fianco di altre bevande dovrà pagarle.  

PERCHE’ LA STRETTA SULLE MANDORLE  

Le mandorle, salate e tostate, vengono acquistate dal bar Giolitti, che si trova a due passi dal Palazzo, a 40 euro circa al chilo. Cifra che è stata considerata troppo alta, nonostante – così viene riferito – si tratti comunque di un prezzo di favore, ma troppo alta a fronte del fatto che le mandorle vanno letteralmente a ruba e c’è chi ne mangia a decine anche bevendo un semplice bicchiere d’acqua con il limone.  

I MOTIVI DELL’ AUMENTO  

I motivi del “caro prezzi”? «Semplice, la ditta si è resa conto che, senza un aumento, non c’erano più i margini tra acquisto dei prodotti dai rifornitori e loro rivendita», spiegano alla buvette sottolineando come, in tal modo, il luogo più frequentato da parlamentari e cronisti politici si sia «rimesso in pari con un qualunque locale del centro». E i deputati come hanno reagito? «Non è che stiano facendo tante storie, così come non le hanno fatte quando nei giorni scorsi è stato introdotto l’obbligo di fare prima lo scontrino», spiega uno dei dipendenti della buvette.  

CODACONS: “PREZZI ANCORA TROPPO BASSI”  

Un aggiornamento dei listini che tuttavia non convince il Codacons. «I prezzi alla Buvette continuano ad essere più bassi rispetto i listini medi pagati dai cittadini italiani – denuncia il Presidente, Carlo Rienzi – Ormai la classica tazzina di caffè consumata al bar è arrivata a costare 1 euro in numerosissimi esercizi, e 1 euro l’uno costano anche mignon e piccole paste da accompagnare al caffè. Per un aperitivo alcolico, il costo medio in Italia non è inferiore ai 5 euro, contro i 4,5 euro assicurati a Montecitorio». «Sembra proprio che i politici italiani, nonostante i nuovi listini della Buvette, continueranno a godere dei soliti privilegi, spendendo meno per bere e mangiare rispetto a quanto pagano mediamente i cittadini italiani», conclude Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox