29 Novembre 2005

Prezzi minimi più alti di quelli promessi, interviene l`autorità di controllo

LA CRISI Prezzi minimi più alti di quelli promessi, interviene l`autorità di controllo
Intanto le partite vanno sui telefonini
L`Antitrust: “Non sarà una procedura troppo onerosa, ma le regole vanno rispettate“


Roma Autorità in pressing su prezzi e tariffe e su tutti i fronti: telecomunicazioni, energia, riservatezza e, udite udite, caro bliglietti da stadio. Però con una …multina. Il Codacons esulta – “è una nostra vittoria“ – ma chiede una …multona, e allarga il tiro anche sull`oligopolio dei procuratori dei calciatori. Tutti i numeri uno dei vari organismi garanti, dall`Antitrust all`Autorità per le tlc, dal Garante per la privacy all`Autorità per l`energia, hanno ribadito infatti ieri il proprio impegno a favore dei consumatori, assicurando vigilanza e annunciando misure in arrivo, come appunto la multa alla Lega Calcio per il caro-biglietti. L`occasione è stata la tavola rotonda organizzata dal Consumers`forum nell`ambito della Consumers`week, la prima settimana di dialogo tra aziende e consumatori, che proseguirà in vari capoluoghi italiani fino al 3 dicembre. E così il numero uno dell`Antitrust, per esempio, ha colto l`occasione per annunciare una multa, seppur minima, nei confronti della Lega Calcio, rea di aver imposto livelli minimi dei prezzi, più alti rispetto a quelli promessi da alcune società, in occasione degli spareggi di serie B dello scorso campionato. “A breve credo che qualcosa dovrà succedere nei confronti della Lega calcio“, ha detto Antonio Catricalà, assicurando tuttavia che “non ci sarà una procedura troppo onerosa,ma che tuttavia si deve tenere conto delle nostre regole, che prevedono una decisione finale“. Se la multa arriverà, dunque, dovrebbe avere un effetto deterrente anche per il futuro: almeno così sperano i consumatori. Nella stessa riunione le “Autorità garanti“ hanno anche garantito interventi, controlli e sanzioni sul fronte delle “Tlc“, ovvero le telecomunicazioni, telfonini e caro telefoni compresi e del settore energetico. “Partendo quasi da zero – ha spiegato il presidente Corrado Calabrò riferendosi al lavoro per verificare il grado di concorrenzialità di vari settori delle tlc richiesto da Bruxelles – abbiamo sviluppato in pochi mesi l`analisi di nove mercati su 18. In seguito a ciò, ulteriori riduzioni di prezzo saranno messe sistematicamente in sequenza. Tutela dei consumatori non significa solo calo dei prezzi, ma anche garantire la riservatezza dei dati personali: un lavoro affidato al Garante per la privacy, fronte sul quale avevano riposto molte speranze (poi decadute) i tifosi del Genoa nel corso del processo sportivo dove furono contestate le intercettazioni telefoniche. L`iniziativaAntitrust sul caro-biglietti è stata apprezzata dal Codacons. “Si tratta di una vittoria della nostra associazione – spiega il Presidente Codacons Carlo Rienzi – Nei mesi scorsi abbiamo presentato più di un esposto all`Autorità, proprio perché indagasse sul costo dei biglietti delle partite di calcio. Tuttavia – prosegue Rienzi – riteniamo che la multa debba essere molto salata, e non di importo ridotto, sia per il danno arrecato ai tanti tifosi, sia perché funga da deterrente verso comportamenti lesivi dei consumatori“. Il Codacons invita poi l`Antitrust ad allargare le indagini, estendendole anche ai compensi dei giocatori di calcio. “E` cosa nota a tutti – afferma Carlo Rienzi – che in questo settore esistono veri e propri oligopoli, anche attraverso i procuratori dei calciatori che impongono ingaggi elevatissimi per i propri rappresentati, raggiungendo accordi finalizzati a fissare verso l`alto le quotazioni dei giocatori“. Il Codacons auspica infine che si arrivi ad una riduzione dei prezzi correnti dei biglietti per le partite di calcio, diventati oramai molto onerosi per le tasche dei tifosi che spesso proprio per questo rinunciano ad andare allo stadio. Intanto arriva un`altra spinta (da Mediaset) all`ulteriore svuotamento degli stadi con una nuova offerta per i malati inguaribili di calcio: è l`offertaMediaset che ha concluso un accordo con H3G attraverso il quale cederà i diritti per le partite Mediaset Premium della stagione 2006-2007 di Serie A e della stagione 2006-2007 di Champions League: “Questo accordo – spiega Mediaset – si aggiunge all`intesa tra Mediaset e Tim di vendita e di collaborazione per il lancio di una nuova piattaforma Dvbh. La nuova piattaforma di tv mobile sarà aperta a tutti gli operatori del sistema: anche l`intesa tra Mediaset e H3G sui contenuti non ha carattere di esclusività“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox