7 Dicembre 2004

PREZZI/ INTESACONSUMATORI: REGALO NATALE? UN COUPON E BASTA

PREZZI/ INTESACONSUMATORI: REGALO NATALE? UN COUPON E BASTA


Rinviare i doni a dopo le feste, con prezzi più bassi



Roma, 7 dic. (Apcom) – Questo Natale i bimbi italiani rischiano di svegliarsi e fare una brutta scoperta: sotto l`albero, al posto dei regali, potrebbero trovare solo un biglietto con sopra scritto: “Ti voglio bene, ma i regali te li compro quando costeranno meno“. E` quanto propone di fare l`Intesaconsumatori (Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori), per combattere il caro vita che colpisce anche sui beni tradizionalmente acquistati nel periodo delle feste. L`iniziativa è stata lanciata dai presidenti delle quattro associazioni durante una conferenza stampa, con Carlo Rienzi, presidente del Codacons, che si è presentato vestito da Babbo Natale ed equipaggiato con una Gerla strappata e un secchio della spazzatura.


“Questa gerla e il secchio dei rifiuti sono il triste simbolo di questo natale“, ha detto Rienzi. “Ecco come sono ridotti i consumatori e solo con un calo generalizzato dei prezzi, almeno del 20%, si possono rilanciare i consumi“. “I cittadini possono collegarsi ai nostri siti e scaricare il buono che dice ` Ti voglio bene, ma il regalo te lo faccio dopo Natale` – ha detto Carlo Pileri, presidente dell`Adoc – Proponiamo ai cittadini di rinviare gli acquisti a dopo le feste“.

Tuttavia, l`Intesa propone anche un sistema di `certificazione` per i negozianti che decidano di scontare i prezzi del 20%. “Non è con le boutade delle associazioni di commercianti che si recupera il potere d`acquisto“, ha aggiunto Elio Iannutti, presidente dell`Adusbef. Invece di proseguire sulla riforma fiscale, ha concluso Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori, “il governo restituisca il fiscal drag, sono anni che non lo fa“.


Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox