31 Maggio 2019

Prezzi: Codacons, Istat conferma speculazioni su carburanti

 

(ANSA) – ROMA, 31 MAG – “Il dato sull’inflazione di maggio diffuso oggi dall’Istat dimostra in modo inequivocabile le speculazioni sui prezzi dei carburanti registrate in Italia in occasione delle partenze degli italiani per le festività di Pasqua e i ponti”. Lo afferma il Codacons, commentando i dati dell’Istat. “Il rallentamento dell’inflazione è determinato dalla frenata dei prezzi dei carburanti, che a maggio si sono ridimensionati rispetto ai picchi toccati ad aprile” spiega il presidente del Codacons, Carlo Rienzi. “Ciò conferma in pieno le denunce del Codacons circa le speculazioni che sono state attuate in occasione dei viaggi degli italiani per i ponti di aprile e le feste di Pasqua: non appena si sono interrotte le partenze, i listini di benzina e gasolio sono tornati a scendere”. Per il Codacons “tale ‘gioco’ è costato agli italiani la bellezza di 110 milioni di euro solo per le maggiori spese di rifornimento legate ai ponti di aprile e determinate da rincari speculativi dei listini alla pompa”. In ogni caso, sottolinea , “l’inflazione allo 0,9% si traduce in una maggiore spesa annua pari a +351 euro per una famiglie con due figli (+277 euro la famiglia ‘tipo’) considerata la spesa annuale ufficiale per consumi stimata dall’Istat”.(ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox