6 Marzo 2022

PREZZI, CODACONS: A FEBBRAIO PASTA +11,5%, FARINA +9%, VERDURA +16,8%

     

    CARO-BOLLETTE CONTINUA AD IMPATTARE SU PREZZI: LUCE +82%, GAS +64,2%, IN CRESCITA ANCHE LISTINI DI TRASPORTI E TURISMO

    MAZZATA DA +2.275 EURO A FAMIGLIA

    Mentre si attende di capire l’inevitabile impatto della crisi russo-ucraina sui prezzi al dettaglio in Italia, il caro-bollette continua a mietere vittime e a far salire i listini di una moltitudine di beni e servizi. Lo denuncia oggi il Codacons, che ha analizzato gli ultimi dati Istat relativi all’inflazione di febbraio per capire quali prodotti hanno subito i rincari più pesanti e il loro impatto sulle tasche della famiglia “tipo”.
    Partendo dal comparto alimentare, a febbraio proseguono le tensioni per la pasta il cui prezzo ha subito un aumento medio del +11,7%, mentre la farina aumenta del +9% e il pesce del +6,1% – spiega il Codacons – Cresce anche il prezzo del burro (+11,2%), degli oli alimentari (+18,9%) e del pollo (+5,9%).
    Per la frutta la famiglia media spende oggi, su base annua, quasi 30 euro in più (+6,8%) mentre la verdura balza al +16,8%, con un aggravio di spesa di quasi 74 euro annui.
    Malissimo il fronte delle abitazioni: l’energia elettrica, in base ai dati Istat, cresce a febbraio del +82% rispetto al febbraio dello scorso anno, con una stangata da +504 euro a famiglia. Il gas rincara del +64,2%, con una maggiore spesa da +445 euro a nucleo.
    Forti tensioni anche per le voci trasporti e turismo: il gasolio costa il 24% in più, la benzina il 21,9% in più; le lezioni di guida, esami, patenti e controlli tecnici dei veicoli aumentano del 16,1%. Più caro andare in vacanza: i biglietti aerei crescono del +6,8%, i pacchetti vacanza nazionali del +14,6%, gli alberghi del +7,8% – aggiunge il Codacons.
    Complessivamente l’inflazione al 5,7% si traduce in una maggiore spesa annua pari a +1.751 euro per la famiglia “tipo”, mazzata che raggiunge quota +2.275 euro per un nucleo con due figli, di cui +367 euro all’anno solo per l’acquisto di prodotti alimentari – calcola il Codacons.

     INFLAZIONE FEBBRAIO MAGGIORE SPESA ANNUA A FAMIGLIA
    Pasta e Couscous+11,7%+16,5 euro
    Farina+9%+3,5 euro
    Pane+4,9%+13 euro
    Pesce fresco+6,1%+13,1 euro
    Pollo+5,9%+13,3 euro
    Frutti di mare+9,8%+5,9 euro
    Burro+11,2%+3,3 euro
    Oli Alimentari+18,9%+4,6 euro
    Frutta fresca+6,8%+29,6 euro
    Verdura+16,8%+73,8 euro
    Succhi di frutta+5,7%+2,6 euro
    Olio d’oliva+4,5%+6 euro
    Zucchero+5,2%+1,2 euro
    Gelati+4,6%+3,2 euro

     

    Energia elettrica+82%+504 euro
    Gas+64,2%+445 euro
    Gasolio per mezzi di trasporto+24%+164 euro
    Benzina+21,9%+162 euro
    Lezioni di guida, esami, patenti e controlli tecnici dei veicoli+16,1%+11,8 euro
    Piante e fiori+6,3%+5,6 euro
    Voli internazionali+6,8%+5,3 euro
    Pacchetti vacanza nazionali+14,6%+14,2 euro
    Pacchetti vacanza internazionali+6,8%+9,9 euro
    Alberghi, motel, pensioni+7,8%+13,1 euro

    Fonte: elaborazioni Codacons su dati Istat – inflazione di febbraio e spesa per consumi delle famiglie

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox